MusicaNotizie flashSocial StarsocietàSpettacolo

Brava Emma Marrone hai ragione: “Siamo diventati brutti”.

La cantante le canta a chi critica il suo Natale, in caserma dei Vigili del Fuoco a Piacenza, col fratello

(continua dopo la pubblicità)

Emma Marrone ha pubblicato una Instagram Stories nella quale ha risposto alle polemiche generate dal fatto che abbia deciso di trascorrere il giorno di Natale in una caserma dei vigili del fuoco. Ma qual è il motivo di tanta discussione? Perché mai sarà stata attaccata dagli haters per questo suo gesto? E, soprattutto, come avrà risposto a questo duro attacco?

“Siete brutte persone. Mi ero ripromessa di non fare questo tipo di video, però sto leggendo delle polemiche veramente allucinanti, quindi metto due puntini sulle i: la polemica è ‘siccome è Emma Marrone, il giorno di Natale sta in Caserma’. No. C’erano tutti i familiari, i bambini, i genitori, in caserma con me, quel giorno, a festeggiare il Natale con i nostri cari, ed è ovvio che se fosse suonato l’allarme sarebbero scappati via a fare il loro lavoro”. Così parlò Emma Marrone, artista vera, cantante dalla voce che graffia e bella persona. 

blank
Ah come siamo diventati brutti: come si fa a criticare chi, senza nuocere al prossimo, rispettando tutto e tutti, ecco ha deciso di passare tra i familiari il 25 dicembre? Questo senza dimenticare il fatto che Emma è sempre in prima fila a fare del bene. Talvolta il web è proprio una giungla.

Stefano Mauri

(continua dopo la pubblicità)

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock rilevato

Per favore, disattiva il blocco della pubblicità su questo sito, grazie