Bar SportNotizie flashSocial Starsocietà

Il sogno mostruosamente proibito, ma non troppo, di Leonardo Bonucci? Tornare alla Juve e allenarla

In un'intervista rilasciata alla stampa spagnola, il difensora elogia Antonio Conte e ignora Max Allegri

(continua dopo la pubblicità)

Leonardo Bonucci, è tornato a parlare di cose calcistiche bianconere. Ecco uno stralcio, ripreso dall’Ansa e dal sito Dagospia, della lunga intervista, rilasciata al media spagnolo Marca. Diversi gli argomenti trattati dall’ex difensore della Juventus. “Ora sono più sereno, meno arrabbiato per quello che è successo quest’estate. Bisogna guardare avanti. Il mio passato alla Juve è stato meraviglioso. Volevo chiudere la mia carriera lì. Ogni settimana parlo con molti miei ex colleghi. Ciò fa capire che ero importante nello spogliatoio: amicizia con i veterani e riferimento per i giovani. Tornare “è uno dei miei obiettivi. Voglio fare l’allenatore e se riuscissi a diventarlo nell’élite, la Juve è uno dei club che mi piacerebbe allenare, è una parte cruciale della mia vita. Sono grato ad Andrea Agnelli, Marotta, Paratici, Nedved, riferimento silenzioso. Allenato da Antonio Conte, sono cresciuto tanto”. Solo un caso che il difensore centrale (nella foto è in compagnia dell’amico ed ex compagno di reparto Chiellini) dell’Union Berlino non ha citato, il ‘nemico’ calcistico Massimiliano Allegri, attuale coach della Vecchia Signora?

Stefano Mauri

(continua dopo la pubblicità)

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock rilevato

Per favore, disattiva il blocco della pubblicità su questo sito, grazie