Bar SportNotizie flashSocial Starsocietà

GattiCuore Juve: Rabiot e Federico Gatti spingono in alto la Vecchia Signora

Non si vince per caso in casa del tosto e frizzante Monza

(continua dopo la pubblicità)

“Ultimi due minuti? Come posso raccontarteli, non lo so neanche io, è un’emozione pazzesca segnare un gol così importante. Prima della partita ci eravamo detti che dovevamo essere primi. Spiace per il gol preso, sono 3 punti che pesano tantissimo”. Lo ha detto Federico Gatti, a Dazn, dopo aver segnato la rete decisiva nella vittoria della Juve a Monza.

blank
Sullo scudetto: “Assolutamente, giochiamo per quello. Il discorso prima della partita era quello. È stata una partita durissima, loro sono una squadra tosta, compatta. L’anno scorso abbiamo fatto 0 punti con loro, è stata una vittoria importante. Io vivo per questo gruppo. Sono disposto a mettere da parte tutto per loro. Sono contento che mi ripaghino così, sono la mia seconda famiglia. Passo più tempo con loro che con la mia prima famiglia. Errore l’anno scorso su Gytkjær? Il duro lavoro paga sempre, posso solo dire questo. Se ci ripenso, un anno dopo sono qua alla Juve. L’anno scorso ho sbagliato ma abbiamo lavorato duramente”.

Non si vince per caso 2 reti a 1 in casa del Monza. La Vecchia Signora non deve vincere lo Scudetto ma è la’ in alto dove osano le aquile. E Rabiot è il suo tuttocampista.

Stefano Mauri

(continua dopo la pubblicità)

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock rilevato

Per favore, disattiva il blocco della pubblicità su questo sito, grazie