Bar SportNotizie flashSocial Starsocietà

Leonardo Bonucci e la Juventus, l’ex si sente tradito: “Troppe cose non vere su di me”

Continua la telenovela tra l'esperto difensore ora in Germania e il suo vecchio club.

Leonardo Bonucci riparla del suo addio alla Juventus. E lo fa a modo suo, con toni e termini diretti, tramite i microfoni di SportMediaset. Questo un primo estratto in cui Bonucci spiega tempistiche e modalità della sua esclusione dalla rosa bianconera, con un particolare di non poco conto che riguarda Massimiliano Allegri: il tecnico non viene mai chiamato per nome, ma definito semplicemente ‘l’allenatore’ in più occasioni…

“Ho letto e sentito tante cose non vere, vorrei partire da lontano. Da quella data menzionata più volte dalla Juventus e dall’allenatore, quando si diceva che mi avevano messo a conoscenza di quella che poi è stata la situazione di questa stagione già ad ottobre dello scorso anno. Non c’è cosa meno vera, ad ottobre dello scorso anno anzi mi è stata data la possibilità di continuare alla Juventus con un rinnovo. Poi ho sentito un’altra cosa a seguito di un’intervista dell’allenatore, in cui è stato detto che io ero stato messo a conoscenza della situazione di nuovo a febbraio del 2023, quando mi era stato comunicato da allenatore e società che non avrei più fatto parte della Juventus. Io non ho avuto nessun colloquio con la società in quel periodo, ma ho iniziato ad annusare qualcosa quando leggevo sui giornali che non avrei più fatto parte dei piani della Juventus. Poi Manna e Giuntoli sono venuti a casa mia il 13 luglio e umiliandomi, perché è stata un’umiliazione, mi hanno detto che non avrei più fatto parte della Juventus, della rosa, e anzi mi davano la possibilità di restare a casa altri giorni e che addirittura la mia presenza all’interno dello spogliatoio e del campo avrebbe ostacolato la crescita della Juventus”.

Così, aspettando nuove puntate della telenovela, ehm … della ‘Bonucceide’, parlò l’attuale difensore dell’Union Berlino.

 

Stefano Mauri

Quando i lettori comprano attraverso i link Amazon ed altri link di affiliazione presenti sul sito - nei post in cui è presente un prodotto in vendita - Fronte del Blog potrebbe ricevere una commissione, senza però che il prezzo finale per chi acquista subisca alcuna variazione.

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock rilevato

Per favore, disattiva il blocco della pubblicità su questo sito, grazie