Notizie flashsocietà

Romelu Lukaku vuole solo la Juventus. L’Inter provoca con la suggestione Kylian Mbappé

L'attaccante belga ha una voglia matta di essere allenato da Allegri il quale vorrebbe pure Morata

(continua dopo la pubblicità)

Ma è vero che esiste un patto di ferro fra Romelu Lukaku e mister Max Allegri (gradirebbe allenare la coppia Lukaku – Alvaro Morata) per far sbarcare a Torino Romelu Lukaku? Eh già… sostiene il Corriere dello Sport che la Saudi Pro League in Arabia Saudita è tornata alla carica per il belga e l’ha fatto con un biennale da 100 milioni di euro più 50 per il cartellino.

Il Chelsea ovviamente spinge per la soluzione araba, ma Big Rom non ne vuole sapere: ormai ha deciso che il suo futuro sarà a Torino, dove per lui è pronto un contratto da 9 milioni a stagione per 3 anni. Lukaku, per il CorSport, vuole solo la Juventus, che peraltro offrirebbe al Chelsea meno soldi (circa 40 milioni di Euro).

Intanto, secondo la bomba sganciata poco fa da Sky Sports UK sul futuro di Kylian Mbappé, il PSG starebbe prendendo in considerazione l’idea di lasciar partire in prestito il suo fuoriclasse per liberarsi del suo pesante ingaggio per un anno e ci sarebbero ben cinque club fortemente interessati a quello che potrebbe rivelarsi un affare “a tempo”: si tratta di Chelsea, Manchester United, Tottenham, Barcellona e Inter. Ma davvero il team nerazzurro (è forte su Scamacca e Morata) punta il Mbappè tentatissimo dal Real Madrid?

Stefano Mauri

 

(continua dopo la pubblicità)

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock rilevato

Per favore, disattiva il blocco della pubblicità su questo sito, grazie