Bar SportNotizie flashsocietà

Nel 2023 è normale che gli ultras abbiano preso il posto dei dirigenti del Milan?

Paolo Maldini, quando giocava, mai avrebbe accettato tale situazione

(continua dopo la pubblicità)
(continua dopo la pubblicità)

 

Quanti tifosi ha in Italia il Milan? Mah, su per giù, secondo statistiche e conti vari, quasi 4milioni e duecentomila dovrebbero essere, i simpatizzanti del team rossonero pronto, dopo il Ko dell’andata per 2 reti a 0, a giocarsi l’accesso alla finale, e sarebbe l’ennesima in caso di successo, di Champions League.

Ebbene, che ne pensano questi rossoneri del fatto che sabato scorso, e poi domenica, la squadra, sia stata a colloquio con la Curva Sud? Ritengono che tale incontro, sua stato un bene, o un male per la compagine allenata da Pioli?

E il presidente Scaroni, davvero non comprende la gravità del gesto, vale a dire gli ultras che prendono il posto del club, in un momento delicato della stagione?

E che ne pensa Paolo Maldini, milanista vero e dentro, colui il quale, quando giocava, giustamente mai ha ritenuto vitale, confrontarsi, festeggiare o giustificarsi con gli ultrà, dopo vittorie e sconfitte di campo?

Infine: veramente nel 2023, in Italia, con stadi da ricostruire, il sistema football da riscrivere e, un calcio sempre più sclerato, a determinate latitudini, sono ancora le curve a gestire, per prime, con personaggi che con lo sport magari c’azzeccano poco, certe situazioni primo o, addirittura, sostituendosi a staff tecnico e dirigenziale? Mah …

Stefano Mauri     

Quando i lettori comprano attraverso i link Amazon ed altri link di affiliazione presenti sul sito - nei post in cui è presente un prodotto in vendita - Fronte del Blog potrebbe ricevere una commissione, senza però che il prezzo finale per chi acquista subisca alcuna variazione.

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock rilevato

Per favore, disattiva il blocco della pubblicità su questo sito, grazie