EconomyNotizie flashsocietà

Avete mai goduto degustando il Salame Nobile Cremasco?

A Crema festa per il Re dei Salumi omaggiato pure da Roberta Schira Schira

(continua dopo la pubblicità)
(continua dopo la pubblicità)

Giornalista, scrittrice, gourmet, Regina (e pioniera) della critica gastronomica d’Italia e cremasca Rock, Roberta Schira ha scritto, sul Corriere della Sera, un pezzo sul Re dei Salumi, festeggiato, nella capitale del Granducato del Tortello, fino a lunedì: il Salame Nobile Cremasco.

blank

Eccone uno stralcio: “Per la prima volta, Crema (Cremona) celebra con una festa di tre giorni (dal 29 aprile al 1º maggio) uno dei suoi punti di forza gastronomici: il Salame Nobile Cremasco. Viene definito così perché confezionato, almeno per il 70%, con le parti migliori del maiale: coscia, lonza, spalla, filetto. Condito con sale, aglio e una mistura di preziose spezie, viene stagionato da quattro a sei mesi. 

salame nobile cremasco
Nessuno aveva mai pensato di dedicargli una kermesse popolare, che coinvolgesse la città, come accade con un’altra specialità della zona: il tortello cremasco, tutelato da una Confraternita. Crema, che è stata per secoli un avamposto veneziano, ed è città a misura d’uomo (e di bicicletta) ricca di storici palazzi nobiliari, sta vivendo un rinascimento turistico di tutto rispetto. Anche grazie al film «Chiamami col tuo nome», che Luca Guadagnino vi ha girato nel 2017. Oltre a molti premi (tra cui un Oscar), e a rivelare l’attore Timothée Chalamet, il film rimane una potente calamita che attrae a Crema turisti da tutto il mondo. Da questo weekend c’è anche il Salame Nobile”.

Così scrisse la Schira, tra le altre cose, Grande Cerimoniera della Confraternita del Tortello Cremasco.

Franco Bordo: assessore al Commercio e Ambiente di Crema, lanciando la Festa del Salame NobileCremasco, primo passo verso il riconoscimento della Dop, denominazione di origine protetta, già… ha avuto una bella idea.

Chapeau…

Stefano Mauri

Quando i lettori comprano attraverso i link Amazon ed altri link di affiliazione presenti sul sito - nei post in cui è presente un prodotto in vendita - Fronte del Blog potrebbe ricevere una commissione, senza però che il prezzo finale per chi acquista subisca alcuna variazione.

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock rilevato

Per favore, disattiva il blocco della pubblicità su questo sito, grazie