Bar SportNotizie flashsocietà

La Juve sospesa tra indagini, rischi, Cremonese e nuovo Cda

Sul campo intanto mister Allegri prepara la ripresa del campionato

(continua dopo la pubblicità)

Ma è vero che sarebbero a rischio squalifica i calciatori della Juve coinvolti nella manovra stipendi che – ricordiamo – ebbe Chiellini come figura chiave, come sindacalista del gruppo? Cosi scrive la Gazzetta dello Sport, edizione del 21 dicembre, a proposito dell’inchiesta della Procura della Federcalcio.

È probabile che il pool di procuratori messo al lavoro da Giuseppe Chiné, si stia concentrando proprio su quei contenuti, spartiacque chiave dell’inchiesta sportiva. Con relativi rischi: penalizzazione di uno o più punti (se la multa non dovesse bastare per la gravità degli addebiti) e squalifica di numerosi calciatori, quelli che sottoscrissero i famosi accordi, e dei loro agenti.

allegri

La vicenda è ormai arcinota. Nella tempesta delle stagioni Covid, la Juve vara una «manovra stipendi» che secondo i magistrati nasconde un falso. Nel primo caso, 2019-2020, l’accordo con i calciatori, che pubblicamente viene presentato come una rinuncia a quattro mensilità, si limita invece alla cancellazione di un solo stipendio. Il resto della somma viene invece spedito alla stagione successiva per non appesantire i bilanci. Da qui tutti i reati ipotizzati, aggravati dal fatto che la Juve è una società quotata in borsa.

La procura federale ha aperto un altro fascicolo su alcuni procuratori-agenti, protagonisti delle trattative. Rischiano dunque anche loro. Proprio perché queste «pattuizioni» hanno trovato posto fuori dalle sedi opportune, la Lega e la Federcalcio. Insomma, è sempre più la«manovra stipendi»il cuore dell’istruttoria sportiva. Difficilmente infatti la vicenda plusvalenze porterà a qualcosa di nuovo.

Intanto sul campo mister Allegri prepara la ripresa della stagione in programma mercoledì prossimo 4 gennaio, quando la Juventus sfiderà a Cremona la Cremonese.

bonucci

Intanto, venerdì o, al massimo, sabato, vigilia di Natale, la Exor, la holding che controlla la Juventus, dovrebbe trasmettere al club bianconero la lista dei nomi proposti per il prossimo Cda, che verrà eletto il 18 gennaio dall’assemblea degli azionisti.

E’ quanto spiega Tuttosport, che aggiunge: “A quel punto, se altri azionisti non presenteranno eventuali altre liste, si conosceranno i nomi dei professionisti che andranno a comporre il Consiglio di amministrazione presieduto dal nuovo presidente Gianluca Ferrero”. Il nuovo Cda sarà formato da figure di grande professionalità sotto il profilo legale e giuridico-societario, e avrà il compito di affrontare e risolvere le quattro battaglie legali, con la giustizia ordinaria, con la Consob, con la giustizia sportiva e con l’Uefa, chiosa il quotidiano.

 

Stefano Mauri 

(continua dopo la pubblicità)

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button

Adblock Detected

Per favore, disattiva il blocco della pubblicità su questo sito, grazie