Bar SportNotizie flashsocietà

Cosa rischia la Juventus nell’inchiesta che la vede coinvolta?

È un momentaccio per la Vecchia Signora d’Italia

(continua dopo la pubblicità)

Già, a quanto pare, l’indagine portata avanti dalla Procura di Torino nei confronti della Juventus e diversi suoi tesserati (o ex tesserati come nel caso di Paratici) potrebbe presto riaccendere anche un giudizio sportivo.

Per questo motivo – secondo quanto riferito da La Repubblica – la Procura della FIGC dovrebbe richiedere nelle prossime ore le carte dell’inchiesta. La parola chiave della vicenda è “recupero certo e incondizionato” degli stipendi differiti, quelli mai resi pubblici a margine del periodo di sospensione dei campionati a causa del Covid.

andrea agnelli juve youtube

Un contratto non depositato in Lega può portare a sanzioni serie, dall’ammenda a punti di penalizzazione con rischio squalifica anche per i giocatori coinvolti. Se fosse accertato che la Juventus abbia riconosciuto un incentivo all’esodo “segreto”, cioè non condiviso con la Lega Calcio, la questione diventerebbe “esplosiva”.

A riportarlo è La Repubblica, mentre i legali della Juve e del presidente Andrea Agnelli continuano a dirsi poiché il team ha sempre rispettato le regole. Cosa rischia la Vecchia Signora? Gli inquirenti sportivi prenderanno provvedimenti? Lo scopriremo vivendo e non si escludono colpi di scena.

allegri

Eliminata dalla Champions, in difficoltà in campionato, alle prese con una restaurazione che non decolla: è un momentaccio per la Juve.

Stefano Mauri

(continua dopo la pubblicità)

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock rilevato

Per favore, disattiva il blocco della pubblicità su questo sito, grazie