MusicasocietàSpettacolo

Pronostici confermati: Mahmood e Blanco vincono, con Brividi, il Festival di Sanremo

E dietro la canzone vincente si cela uno sbaglio e un grande autore: Michelangelo

(continua dopo la pubblicità)

 

 

Entrati Papi nel conclave sanremese, Mahmood e Blanco hanno confermato tutti i pronostici, classificandosi primi, davanti a Elisa e a Gianni Morandi. Ebbene, ascoltando qualsiasi canzone di Blanco (tiene il palco come pochi), non passa inosservato il nome di Michelangelo, presente  praticamente sempre. Ma chi è questo Michelangelo?

Si tratta del cremonese di Vescovato, Michele Zocca, in arte Michelangelo, produttore musicale classe 1994 che si occupa di produrre tutte le canzoni di Blanco. Tra loro non c’è solo una fortunata collaborazione lavorativa, ma una profonda amicizia suggellata proprio dalla realizzazione dei brani che hanno lanciato la carriera del giovane bresciano.

Michele Zocca fin da piccolo ha studiato diversi strumenti, dalla chitarra alla batteria e al pianoforte, avvicinandosi poi al mondo della produzione e del mixing e iniziando a produrre le canzoni dell’amico Blanco. Lo stesso cantante ha ammesso che il lavoro dell’amico è stato cruciale per far decollare la sua avventura nel mondo della musica.

Una carriera che, nonostante sia ancora alle prime battute, promette di essere veramente di primissimo livello e dopo il successo di Blu Celeste, l’esperienza vittoriosa  al Festival di Sanremo non farà che accrescere la dimensione e la consapevolezza artistica di Blanco. Ma Michelangelo non solo ha partecipato alla stesura della canzone “Brividi”, brano scelto da Blanco e Mahmood per il Festival di Sanremo 2022, appassionatamente è parte integrante di essa.

E tra l’altro pare sia stato lo stesso co-autore e produttore del brano trionfatore ad  aver fatto incontrare i due cantanti proprio nel suo studio vescovatino e di aver ispirato il ritornello-tormentone di “Brividi”, sbagliando (leggenda o realtà?) un accordo di pianoforte. Adesso la canzone rappresenterà di diritto l’Italia al prossimo Eurovision Song Contest a Torino.

Nota a margine: Cremona ha aperto la classifica del “Festival della Canzone Italiana 2022” e Crema, o meglio, Bagnolo Cremasco l’ha chiusa con “Sesso Occasionale”, pezzone cantato da Tananai arrivato ultimo, co scritto (e prodotto) appunto da Davide Simonetta da Bagnolo.

Stefano Mauri

(continua dopo la pubblicità)
I nostri ebook blank
(continua dopo la pubblicità)

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button

Adblock Detected

Per favore, disattiva il blocco della pubblicità su questo sito, grazie