MusicasocietàSpettacolo

Dopo il Mattarella Bis arriva il Fiorello Tris: lo showman è arrivato a Sanremo da Amadeus

Martedì primo febbraio parte il Festival della Canzone Italiana 2022: cresce l'attesa

(continua dopo la pubblicità)

 

 

Quindi dopo il Mattarella Bis avremo un altro gradito ritorno. Sì perché Fiorello è arrivato a Sanremo accolto a braccia aperte da Amadeus. Ad avvistarlo sono stati alcuni fotografi tra cui quelli di Chi e Sanremo News, ma la notizia era nell’aria, dopo che Ama aveva contribuito ad accrescere la suspense, pubblicando i video delle sue ricerche dell’amico showman nella stanza d’albergo di fronte alla sua, la 407, dove Fiorello alloggiava nelle due edizioni passate e che il direttore artistico di Sanremo aveva prenotato, speranzoso, anche quest’anno.

Fiorello ha tentato di passare inosservato indossando parrucca, mascherina e cappellino di lana scendendo dall’auto all’ingresso all’Hotel Globo, dove si fermerà per tutta la settimana nella camera di fronte a quella di Amadeus. L’albergo ha accesso diretto all’Ariston attraverso un piccolo cortile, ed è lì che Fiore ha raggiunto l’amico conduttore e ha incontrato Checco Zalone, tra i superospiti più attesi.

Non si sa ancora quale sarà il suo coinvolgimento nel corso delle cinque serate del Festival, ma Fiorello è arrivato giusto in tempo per assistere alle prove dei Maneskin, vincitori dell’ultimo Festival e superospiti del Festival.

A dare la notizia la versione on line del quotidiano La Repubblica e Dagospia. Ah come cresce l’attesa per il Festival di Sanremo 2022 al via martedì primo febbraio: Fiorello sarà all’Ariston.

Stefano Mauri

 

 

(continua dopo la pubblicità)
I nostri ebook blank
(continua dopo la pubblicità)

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button

Adblock Detected

Per favore, disattiva il blocco della pubblicità su questo sito, grazie