Bar Sportsocietà

Francesco (Fu Dj) Facchinetti, alla corte di Chiambretti attacca la Juve e Cuadrado

Alla corte del Pierino nazionalpopolare attaccare la Juventus fa audience ...

 

 

Tika Taka? Bella trasmissione calciofila, costruita bene e condotta magistralmente da quel volpone di Pierino Chiambretti, calciofilo coi fiocchi, presentatore in gamba e tifosissimo del Torino.

Spesso e volentieri, così per vedere l’effetto che fa e per fare notizia, attaccare la Vecchia Signora d’Italia è lo sport preferito dai periodici ospiti del Piero nazionalpopolare. Lunedì scorso, in tal senso nella seconda serata di Italia Uno… beh, è stato il turno di Francesco, (Fu Dj ed ex Capitan Uncino)Facchinetti, il quale ha attaccatoil calciatore juventino Juan Cuadrado.

Il figlio d’arte, grande tifoso nerazzurro, ha criticato duramente il comportamento dell’esterno colombiano dopo l’ultimo derby contro il Toro: “È un gran giocatore ma non gli possiamo dare 27 giornate di squalifica – ha detto a Tiki Taka – in NBA lo farebbero. È insopportabile, è bravissimo ma andrebbe preso a calci nel culo. Non è un cascatore, è la Cagnotto. E si arrabbia pure se non gli danno rigore. È insopportabile e non è vero che anche gli altri attaccanti fanno così”.

Due parole su questo sito blank

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button