Bar Sportsocietà

Finisce in parità il big match tra la Juventus che non sa più vincere e i maturi rossoneri

L'ex juventino, oggi opinionista Ferrara: "Il Milan è cresciuto, la Juve si è abbassata"

 

 

“È cresciuto il Milan, la Juventus si è abbassata tanto e non ha avuto la forza di creare difficoltà ai rossoneri”. Così, su DaznCiro Ferrara ha commentato l’1-1 maturato a Torino questa sera: “Poi un episodio cambia una gara, dal gol il Milan ha preso coraggio e Szczesny ha dovuto salvare il risultato”.

Il pari è quindi alla fine il giusto risultato tra una squadra che ancora deve trovarsi: la Juve e il Milan che già si è ritrovato e che a Torino, dinanzi alla Vecchia Signora, privo di parecchi titolari, dopo un primo tempo anonimo e incerto, nella seconda fazione di gioco ha appunto ritrovato lo smalto dei giorni migliori e pur soffrendo il gol.

Tra i bianconeri bene Dybala, il portiere Szczesny, Danilo, Bonucci, Cuadrado e Morata. Mister Allegri?

Non è la squadra che voleva questa Juventus, rosa reduce da due mercati estivi incompleti, ma con gli allontanamenti dell’ex direttore sportivo Paratici e quello di Ronaldo ha avuto, in parte (Nedved è rimasto e non è arrivato un regista) quello che voleva. Detto ciò il Max da Livorno per ora non riesce a incidere, ma dato che non deve vincere lo scudetto, dovrà metterci più pathos per arrivare almeno al quarto

posto in campionato.

 

Stefano Mauri

 

Due parole su questo sito blank

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button