Bar Sportsocietà

Allegri alla Juve, il maestro Pirlo a scuola. Real Conte se ne va, Simone Inzaghi arriva

Il Toto Allenatori è già iniziato, sarà un mercato al risparmio ma vivace e audace

 

 

Quindi a distanza di due anni dall’addio, licenziamento allora fortemente voluto dal fu direttore sportivo bianconero Fabio Paratici, (paga tanti errori il calciofilo piacentino, ma ha fatto comunque la storia della Juve), mister Massimiliano Allegri (il Deus Ex Machina dell’Inter Marotta le ha provate tutte per portarlo all’Inter, ma alla fine ha scelto Simone Inzaghi) torna, da trionfatore assoluto, a Torino per allenare la Vecchia Signora bianconera.

Lo fregherà la nostalgia di quel che è stato e mai tornerà, oppure il Max da Livorno riuscirà a girare pagina, ripartendo comunque da zero?

Lo scopriremo vivendo, ma Allegri sa il fatto suo e ha avuto tempo e modo, durante la pausa sabbatica, di studiare la Juventus e trovare la cura per curare una squadra sì vincente, ma … da rinnovare e rivitalizzare. Probabilmente non ritroverà Cristiano Ronaldo: il portoghese desidera cambiare aria e l’avrebbe comunicato ai compagni juventini.

Andrea Pirlo? Trainer in erba, con l’equipe bianconera tra errorini, incertezze, tanta, inevitabile inesperienza e inciampi vari, qualcosina è riuscito a vincere, ma ora, per capire se davvero quello dell’allenatore sarà il suo mestiere, sì… è giusto torni a scuola per provare a diventare maestro sul serio e maturare esperienze.

Antonio Conte, dopo aver stravinto lo scudetto, a modo suo, senza fare sconti a nessuno ha lasciato, sbattendo le porte, la Milano interista. Andrà al Real? Mah … qualcosina in tal senso si è mosso, si muove e si muoverà.

Nota a margine: il bravissimo trainer De Zerbi ha lasciato il Sassuolo per approdare allo Shakthar. Ebbene, ma come mai nessuna panchina italiana l’ha tentato e accolto?

Stefano Mauri

 

Due parole su questo sito blank

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button