Bar Sportsocietà

Enrico Mentana, grande interista rilancia l’azionariato popolare. Che ne pensano Beppe Severgnini e soci?

Sono attimi bollenti questi per il futuro dell'Inter Milano. Ah che crisi caliente! Ma Marotta resterà?

 

… “Allora, tifosi facoltosi dell’Inter, se non ora quando?”  …

Questo il post, ermetico, ma non troppo, essenziale e incisivo, pubblicato da Enrico Mentana, giornalista e grandissimo interista, via social. Causa crisi economica da pandemia e strategie societarie (il gruppo Suning, dopo aver provato a vendere, invano, il team nerazzurro ha chiesto prestito e aiuto a un fondo americano) riviste e tese alla riduzione dei costi, purtroppo l’Inter Milano non potrà tenere tutti i suoi pezzi da novanta.

Ah… mister Antonio Conte (attratto dal Real Madrid), deluso dall’inversione di strategie, dopo aver concordato una buona uscita, saluterà e farà le valigie. Chi al suo posto?

Il favorito è quel Maurizio Sarri, maestro di calcio, sedotto e abbandonato dalla Juventus l’anno scorso, ma il punto è un altro. E Mentana, col suo intervento Facebook, come spesso gli accade, ci ha preso.

L’autunno scorso infatti, l’economista Carlo Cottarelli e altri interisti vip avevano abbozzato la proposta di lanciare, per supportare economicamente la squadra del cuore, una campagna azionariato popolare.

Ebbene, il momento di agire, per provare a trattenere Conte (ma i Big del e nel Pallone proprio non ci sentono in materia di ridursi ingaggi e compensi?) e gli altri gioielli della rosa plasmata dalla premiata e premiante ditta Marotta (ma non è che torna alla Juve nel medio periodo?) & Ausilio, dando materialmente sostegno alle casse sociali interiste, mah forse è proprio questo. No?

Quindi: Beppe Severgnini (giornalista, interologo, scrittore, attore, regista, opinionista, presentatore), Paolo Bonolis (attore) e … tifosissimi con portafoglio, che ne pensate della proposta proveniente dal direttore Mentana?

Stefano Mauri

Due parole su questo sito blank

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button