Bar Sportsocietà

“Grazie per il viaggio” è l’addio di Cr7 alla Juve? Gattuso a Firenze apre il tango delle panchine

Il calciomercato è entrato nel vivo, impazzano le trattative e la Fiorentina già Ringhia

 

 

Dopo la partita Bologna – Juventus, vista dalla panchina, finita con la vittoria dei bianconeri e il relativo, grazie al pareggio tra Napoli e Verona, accesso in Champions League, Cristiano Ronaldo, attaccante mitologico, via social ha postato un lungo, criptico messaggio, riservato alla “Vecchia Signora”, col seguente finale, che, beh … sa un po’ d’addio:

“Grazie per il viaggio”.

E’ quindi terminata l’avventura juventina, senza aver vinto la sospirata Coppa dei Campioni, di Cr7?

Mah … lo scopriremo vivendo, come si suol dire, ma… tanti indizi, conducono verso tale eventualità.

Manchester United, Psg, Sporting Lisbona, Roma (il manager di Mourinho è lo stesso) e Real: questi gli orizzonti futuri, qualora il divorzio da “Madame Bianconera” si consumasse sul serio, che dovrebbero riguardare il domani dell’esperto campionissimo portoghese. E il suo entourage è già al lavoro per trovare la soluzione migliore.

Intanto impazza il Toto Allenatori. Gattuso è stato “silurato” (per la serie cronaca di un addio annunciato) via Twitter dal Napule, ma ha subito trovato la panchina alla Fiorentina. Il Napoli  ora aspetta  Spalletti.  Simone Inzaghi, Juve permettendo, alla fine dovrebbe restare alla Lazio. Questione di ore e conosceremo il futuro di Andrea Pirlo nella Torino juventina (suggestioni le opzioni Zidane, Gasperini o Allegri?) e quello di Conte nella Milano nerazzurra.

 

Stefano Mauri

 

 

 

Due parole su questo sito blank

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button