Culturesocietà

ECCO “MISTER NOIR”, IL MIO NUOVO LIBRO

E’ uscito il mio nuovo libro, Mister Noir (edito da Oakmond Publishing).

Ebbene sì. Mister Noir, il primo eroe disabile seriale della narrativa italiana, affetto da tetraparesi spastica,  esattamente come me, e protagonista di thriller umoristici, torna con una nuova antologia di racconti e romanzi brevi, sia classici, opportunamente rivisti, sia inediti, scritti appositamente per questo volume. Con lui, ovviamente, la bella e indomita Elena Fox, che lo assiste attivamente nelle indagini.

I racconti

Undici storie che esplorano diversi generi e sottogeneri – dal giallo classico al noir, dal thriller allo spionaggio -, fondendosi a volte proprio con la Storia, più o meno recente, del nostro Paese, e con la vita reale del sottoscritto. Tutto sempre, rigorosamente, sotto l’egida dell’umorismo e dell’ironia, ispirandomi alla briosità del telefilm Agente speciale, che vedevo quando ero bambino, e dei film con Bud Spencer e Terence Hill.

I sette racconti del volume precedente (Tre primi incontri, La vendetta dell’uomo che non era mai nato, Palindromite acuta,  Fisioterapia d’urto, Caccia alla cacciatriceL’allucinante caso del delitto indotto, e Inseguimento a ruota) sono qui riproposti in una versione riveduta e aggiornata.

Nei tre racconti inediti, che ho scritto appositamente per questo volume, Mister Noir affronta tre misteri legati ad altrettante mie importanti vicende personali. Infatti, C’è del marcio a Monticello Brianza è ambientato durante il festival letterario internazionale La passione per il delitto, il giorno in cui veniva presentato, in anteprima assoluta, il numero di M-Rivista del mistero con la prima avventura di Mister Noir (La vendetta dell’uomo che non era mai nato, che in questo volume appare come seconda); Testimonial di una profezia (Operazione Polluce Blu) è ambientato a Porto Azzurro ed è nato per rendere omaggio alla 10^ Regata dell’Amicizia, una bella manifestazione sportiva per persone con disabilità a cui partecipai; infine, Assalto alla RAI è un crossover tra le  avventure di Mister Noir e la mia saga autobiografica targata Solo!dove personaggi reali, tra cui Luca Crovi, e fittizi si incontrano.

In questo volume, inoltre, viene riproposto Mors Ridens, un racconto-cult apparso in cartaceo solo nel 2006 in un numero ormai introvabile di M-Rivista del mistero.

I contenuti e le novità di questo volume

Questo libro è una riedizione riveduta e ampliata de Le avventure di Mister Noir, edito nel 2014 da Cordero Editore, ormai fuori commercio. Oltre ai quattro racconti nuovi, di cui abbiamo già parlato, ci sono alcune novità che meritano di essere presentate.

Innanzitutto, il linguaggio di  Consuelo Gomez, la domestica filippina di Mister Noir, è stato rinnovato, rendendolo ancora più caratteristico.

Poi, tutti i racconti sono stati rifiniti nello stile, in modo da evidenziare la serialità sia nei contenuti sia a livello visivo. E il racconto Inseguimento a ruota conta una battuta metanarrativa in più, rendendo un piccolo omaggio alla comicità surreale di certi film di Mel Brooks.

Il tema della disabilità non è rappresentato solo da Mister Noir, ma anche da alcuni personaggi, a volte reali, che, adoperando al meglio le proprie risorse e capacità, riescono a essere di aiuto ai due detective.

Le storie, inoltre, si avvalgono dell’inconsapevole partecipazione di alcuni miei amici e conoscenti, a cui faccio interpretare piccole parti; e io stesso compaio nei pensieri dei miei personaggi, che non mi citano mai per nome ma come il biografo (di Mister Noir).

Infine, la presenza di alcuni personaggi ricorrenti – come il commissario Cordieri, Consuelo Gomez, don Fausto Giglio, Dario Paci, e L’Uomo Che Fumava con la sua famigerata Spada di Damocle – contribuiscono a formare un vero e proprio universo narrativo, dove le storie non sono accomunate solo dai singoli personaggi ma anche da una certa filosofia di fondo, che in questo mio nuovo libro è molto più evidente.

Alcuni link utili per avvicinarsi alla lettura

Ci sono diversi modi per avvicinarsi alla lettura di questo libro.

Il primo è sicuramente è la lettura, gratis, della IV di copertina e di un’anteprima del mio libro, che comprende il primo racconto e alcune pagine del secondo.

Poi ci sono l’articolo di Andrea Carlo Cappi, la recensione di Patrizia Debicke van der Noot, e quella della redazione del mensile SuperAbile Inail (n. 3/2021).

Poi ci sono tutte le interviste che ho rilasciato finora a: Dario Crippa per Il Giorno, Gigi Montero per Cronaca Vera e Fronte del blog, e Valentina Geminiani per My Urby; alle quali si aggiungerebbero l’intervista radiofonica di Stefano Pastorino per Radio SkyLab – un fulgido esempio di come si possono superare le barriere -, che però, purtroppo, non è reperibile on-line, e i commenti dei lettori, espressi direttamente su Amazon.

E, infine, c’è l’ironica biografia del sottoscritto… scritta direttamente da Mister Noir.

Le dediche

Questo libro l’ho dedicato a undici persone piuttosto speciali; ovvero: le mie amiche Simona e Federica, i miei genitori, mia sorella, mia nipote, la professoressa Lucia Pellizzari, il giornalista Pino Lepore, il dottor Angelo Vittorio Cantoni, Andrea Carlo Cappi, e Andrea G. Pinketts.

Alcuni specifici racconti, invece, li ho dedicati al mio amico Dario, a Graziella dell’Associazione Vela Insieme, alla splendida coppia di giovani di cui parlo nel mio racconto autobiografico Solo!, e a Luca Crovi.

Segue una lunga moltitudine di Voluti Ringraziamenti, tra cui a Renato Zunino, che nel 2017, in qualità di sindaco di Celle Ligure, mi conferì la prima Civettina d’Oro della città, assegnandomela per meriti culturali.

 

L’esergo

Chiudo questo mio articolo con una geniale battuta che Andrea G. Pinketts mi disse durante un’intervista che gli stavo facendo, e che ho voluto pubblicare in apertura del libro: “Tra me e te, il vero disabile sono io; perché tu capisci tutto quello che dico io, mentre io ho bisogno della tua amica per capire quello che dici tu!”.

Sergio Rilletti, giovedì 13 maggio 2021

“SOLO!” (Versione originale 2006) di Sergio Rilletti  – LEGGI

“SOLO!… COME SFONDAI IL MURO DELL’OMERTA'” di Sergio Rilletti  –  LEGGI

“SOLO!… I VOLONTARI TRA IL BENE E IL MALE” di Sergio Rilletti  –  LEGGI

“SOLO!” (Versione “restyling” 2011) di Sergio Rilletti  –  LEGGI

“SOLO!… UNA STORIA DI MOLTEPLICI CAPACITA'” di Sergio Rilletti  –  LEGGI

“MISTER NOIR, L’IRONSIDE ITALIANO, SBARCA IN LIBRERIA” di Gigi Montero  –  LEGGI

Il VIDEO dell’assegnazione della CIVETTINA D’ORO a Sergio Rilletti  –  GUARDA

Tutti i libri di Sergio Rilletti  –  GUARDA

 

Due parole su questo sito blank

Sergio Rilletti

Nato a Milano il 21 aprile 1968, Sergio Rilletti ha collaborato con l’Agenzia giornalistica Hpress e a diverse testate (tra cui "M-Rivista del Mistero", "Il Giallo Mondadori", "Urania", "Writers Magazine Italia", e "SuperAbile Inail"), siti (tra cui "Thriller Magazine" e "Orient Express"), e numerose antologie. Crea Mister Noir, il primo eroe disabile seriale della Storia della letteratura italiana, protagonista di thriller umoristici; inventa la città di Baronia, dove ambienta thriller con sfumature sovrannaturali; e raggiunge la popolarità col racconto autobiografico "Solo!", scaricabile gratuitamente dal web. Nel 2012 cura, con Elio Marracci, "Capacita Nascoste" (No Reply), la prima antologia di racconti thriller con protagonisti diversamente abili. Nel 2014 esce "Le avventure di Mister Noir" (Cordero Editore), il primo libro tutto suo, un’antologia di racconti e romanzi brevi che celebra il decennale della nascita di Mister Noir. Nel 2017, a Celle Ligure, riceve la prima Civettina d'Oro, per meriti culturali. Nel 2019 cura una rubrica radiofonica settimanale, "Parola di Scrittore - Cinque minuti con Sergio Rilletti", in onda su Radio SkyLab. Nel 2020 esce "Mister Noir" (Oakmond Publishing), una riedizione del libro precedente con quattro racconti in più.

Articoli correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button