Bar Sportsocietà

Allenatori: maggio sarà decisivo per tutti. Ma se la Juve perderà a Udine Pirlo salta ?

Il calciomercato non dorme mai e a questo giro ballano anche tecnici e dirigenti

(continua dopo la pubblicità)

 

 

Allora, con Gattuso ormai (nonostante l’ottimo finale di campionato) quasi (se si riappacifica con Aurelio De Laurentiis potrebbe restare, ma è dura) ex allenatore del Napoli e destinato (ma occhio alle sorprese e alle ultime novità) a Firenze. Con De Zerbi prossimo a salutare Sassuolo e sospeso tra Shakhtar, Firenze (intriga assai il patron viola Comisso) e la suggestione Milano (Inter e Milan lo seguono). Con Spalletti, Juric e Dionisi nel mirino del Napule e Fonseca con le valige in mano per lasciare a fine campionato la Roma. Dulcis in fundo … con le traballanti panchine di D’Aversa (parma), Pioli (Milan) e Pirlo (ma alla Vecchia Signora di Torino ballano tutti, dirigenti con e senza portafoglio compresi), mai come quest’anno il TotoAllenatori, senza dimenticare il Sarri vicinissimo alla Roma (e in lotta per sganciarsi contrattualmente dalla Juve), il Giampaolo avvicinato dall’Udinese e il Max Allegri (Juventus Bis?) dal rientro imminente, sì, si annuncia elettrizzante.

E per tutti. Antonio Conte (pretende chiarezza e obiettivi prestigiosi dalla proprietà) compreso, il mese di maggio ormai all’orizzonte, vedrete … sarà decisivo. E balleranno, o meglio, potrebbero danzare, insieme ai tecnici, parecchi direttori sportivi.

A Torino però, per quanto riguarda la Juventus, per la serie Clamoroso alla Vecchia Signora, mah … sarà decisiva la prossima trasferta in cartello, domenica prossima a Udine.

In caso di sconfitta con l’Udinese, Andrea Pirlo (è al debutto, non ha colpe solo sue, ma chi paga, in certi casi è soprattutto il mister), salvo colpi di scena verrà esonerato per lasciare posto e panca al suo vice (tra i due i rapporti tattico – tecnici non sono, per dirla alla Vasco Rossi … al massimo) Igor Tudor sino al termine di questa tribolata stagione juventina.

Poi sulle sponde bianconere del fiume Po, John Elkann (massimo referente per la dirigenza bianconera con portafoglio e voce in capitolo) prenderà in mano la situazione e … deciderà linee e orientamenti per i futuri organigramma dirigenziali, orizzonti sportivi e staff tecnici.  Luciano Moggi tuttavia, ex general manager bianconero e grande calciofilo sostiene che … se Pirlo acciuffasse la Champions League e vincesse la Coppa Italia resterebbe al suo posto. Mah! Ah Gattuso non sarebbe il Top per la panca della Juve?

 

Stefano Mauri

 

(continua dopo la pubblicità)

 

 

 

 

I nostri ebook blank
(continua dopo la pubblicità)

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button

Adblock Detected

Per favore, disattiva il blocco della pubblicità su questo sito, grazie