Bar Sportsocietà

Ecce Pirlo: il dopo Sarri alla Juventus è già iniziato. Riuscirà l’impresa ad Andrea?

A Torino la Juve sta già preparando il futuro: il calciomercato entra nel vivo

 

 

Mai a suo agio, sopportato, e, soprattutto, lui stesso poco inserito nelle stanze roboanti del potere bianconero, quindi alla fine, mister Maurizio Sarri è stato esonerato dalla Juventus. E fin qui, nulla di sorprendente, che … beh l’esonero era nell’aria da mesi.

No… non è l’allontanamento di Sarri a far notizia all’ombra della Mole Antonelliana bianconera, a far rumore è invece il nome del suo sostituto: Andrea Pirlo, fuoriclasse insuperabile, o quasi in campo, oggi al debutto assoluto su una panchina importante qual è appunto quella juventina.

Scelto dal presidente Andrea Agnelli in persona, tra i due l’amicizia è sincera e vera, l’ex playmaker fatato della stessa Vecchia Signora (prima di Conte, poi di Max Allegri), ora è atteso dal difficile, ma affascinante compito di provare a vincere, attraverso trame di gioco avvincenti. Riuscirà l’impresa ad Andrea? Lo scopriremo vivendo, ma il sodalizio juventino con lui dovrà far quadrato, proteggendolo e, soprattutto, calciomercato. E la palla in tal senso passa al direttore tecnico Fabio Paratici, colui il quale, con un budget non elevato, il maledetto virus ha provocato una crisi pesante, dovrà inventarsi un qualcosa di Rock da affidare al Pirlo in carriera.

Forse mai decollata del tutto, l’era Sarri alla Juve è già finita, ma le colpe del fallimento sportivo sarriano non sono tutte dell’ex trainer toscano.

 

Stefano Mauri

Due parole su questo sito blank

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Articoli correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button