Bar SportFocusMediasocietà

Sarri ritrova Buffon e Cr7, il Milan e lo scambio Mancini – Caldara, l’Inter e Radu

Sì mister Maurizio Sarri, nuovo allenatore della Juventus, ecco per il ruolo di portiere di riserva e, soprattutto “uomo spogliatoio”, a Torino ritrova un certo Gigi Buffon, “bandiera” juventina che torna a Torino per giocare ancora un anno e, probabilmente per poi intraprendere la carriera dirigenziale.

Perin? Dopo un anno trascorso sulla panchina della Juve, l’ex numero uno del Genoa vuole giocare in prospettiva Europeo, quindi verrà ceduto o, “prestato” nell’ambito delle varie trattive di mercato impostate o da impostare.

 

 

[content-egg module=Youtube]

 

 

Ah … Cristiano Ronaldo, fuoriclasse 4.0 bianconero, dopo aver interagito con Sarri si è detto disponibile di giocare, laddove e quando necessario, nel ruolo di prima punta o laterale offensivo.

Restando sempre nell’ambito di estremi difensori promettenti, va sottolineato che l’Inter, dopo aver riscattato il promettentissimo Radu, giovane speranza del football europeo, beh lo lascerà ancora in prestito al Genoa, laddove, allenato dal bravo ed esperto Andreazzoli, il promettentissimo portierino rumeno avrà la ghiotta opportunità di proseguire a crescere e maturare.

Il Milan di Marco Giampaolo? I rossoneri gradirebbero “rimandare” il difensore Caldara a Bergamo, per avere in cambio, proprio dalla Dea Nerazzurra il jolly difensivo Mancini. A Giampaolo non dispiacerebbe allenare l’ex centrocampista della Roma De Rossi e ha chiesto al suo direttore tecnico Paolo Maldini di approfondire questa eventualità.

Stefano Mauri

 

 

Due parole su questo sito blank
Tag
Leggi di più

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Articoli correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close