Bar SportFocusMediasocietà

Il Real Madrid si rifonda con Mourinho e Icardi? Zidane e la Juve si vogliono?

(continua dopo la pubblicità)
(continua dopo la pubblicità)

 

blank

 

 

Allora fuori da tutto dopo tre Champions League (Chapeau) consecutive vinte, ecco il Real Madrid si sta già preparando all’annata agonistica 2019 – 2020.

(continua dopo la pubblicità)

Salvo colpi di coda dell’ultima ora, l’allenatore del Risorgimento madrileno sarà il portoghese Mourinho, colui il quale si appresta quindi a tornare laddove era già stato ad allenare.

(continua dopo la pubblicità)

E … se alla fine il centravanti della rinascita del Real fosse l’ormai ex interista Icardi? Mah più di un indizio condurrebbe in tale direzione, senza dimenticare che in uscita, e la Juventus è attenta osservatrice, dovrebbero esserci anche tali Isco e Marcelo.

Antonio Conte? Ha perso (senza stracciarsi le vesti) qualche mese fal’aereo per Madrid, sponda Real naturalmente, e … l’Inter da rifare pare pensata apposta per lui. Max Allegri permettendo ovviamente, ma il livornese intriga anche United, Arsenal e Bayern Monaco.

Già ma a Torino ad allenare la Vecchia Signora che ha deciso di separarsi dal suo Cavalier Allegro Allegri chi ci andrà?

Sirene britanniche permettendo, ma Nedved e Parativi ancora vanno convinti, sarà Zinedine Zidane (garba al presidente Andrea Agnelli) il trainer della Juve che verrà. L’ex asso del football internazionale francese è quindi pronto a tornare, stavolta per allenarla, dalla sua Madame torinese.

Stefano Mauri

Due parole su questo sito blank
(continua dopo la pubblicità)

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button

Adblock Detected

Per favore, disattiva il blocco della pubblicità su questo sito, grazie