Home / Lifestyle / I GIOCHI DELLA MENTE? ALCUNI SONO PERICOLOSI

I GIOCHI DELLA MENTE? ALCUNI SONO PERICOLOSI

 

ajad akaam

L’avrai sentito dire, tu stessa forse l’avrai detto:

Vado in India per trovare me stessa.” 

Oppure:  ” Vado in Nepal perché là c’è una grande energia.”

I luoghi geografici dove la mente immagina di farti trovare te stessa sono infiniti.

Si tratta di suggestioni, per quanto se ne possa dire.

Quando stai seduta su una roccia sul Monte Bianco o su una roccia sull’ Himalaya, con il cielo sulla testa cosa cambia?

E la stessa cosa vale per i vari guru o cosiddetti maestri spirituali.

La mente immagina spesso che debbano essere indiani, oppure sciamani di varie parti del mondo, che debbano venire da lontano o che tu debba andare lontano per incontrarli.

Difficilmente la mente immagina un guru italiano che viva in Brianza o nel Polesine.

La mente ti spinge spesso a cercare luoghi o figure esotiche che ti aiutino a cercare ciò che già sei.

Così come la mente immagina che sia più facile trovare la “Verità” ingurgitando funghi allucinogeni e droghe di vario tipo. Ma questo è solo un modo per fuggire alla Realtà che invece dovrebbe essere il vero obbiettivo della tua “ricerca”.

Allo stesso modo la mente sogna che un maestro debba apparire in certo modo, con un certo abbigliamento, che debba esprimersi con termini sanscriti o di altre lingue.

E soprattutto la mente immagina che un maestro possa fare per te ciò che tu stessa non sei in grado di fare.

Ebbene, la mia esperienza mi dice che ho sempre visto l’ Esistenza insegnare agli uomini e mai gli uomini insegnare qualcosa all’ Esistenza.

Fidati dunque della Vita, amica mia, essa è l’unica vera maestra.

In quanto a te stessa se non ti trovi nel salotto di casa tua o sul tuo posto di lavoro non ti troverai nemmeno in cima all’Everest.

Cerca quindi le cose semplici – e più semplici sono meglio è – è lì che si cela tutto ciò che stai cercando.

Ajad Akaam 

Tutti i libri di Ajad Akaam – GUARDA

 

Chi è Ajad Akaam

Ajad Akaam significa “libero dai desideri”. Il suo vero nome è Daniele G. Genova e fino a qualche anno fa era un brillante scrittore di noir. E un abile investigatore privato. Con l’arrivo della crisi economica ha perso tutto: lavoro, casa e famiglia. Dopo aver pensato al suicidio, una mattina si è risvegliato. E ha riso per otto ore, cambiando completamente e lasciandosi alle spalle il peggio e perfino il proprio nome. Da allora fa il contadino. Per aiutare gli altri a superare i problemi quotidiani ha iniziato a raccontare le sue massime su come vivere meglio. Presto sono nati su Facebook ben sette gruppi di fans. A febbraio 2015 esce in libreria con “Il miracolo sei tu”, edito da Cordero. I ricavati andranno in beneficenza.

Leggi anche

Come vivere meglio / Ajad: “Non pensare al passato. Non pensare al futuro”

COME VIVERE MEGLIO/ E’ molto semplice amica mia. Non entrare nella trappola: il passato non esiste più, il futuro non esiste ancora. Se pensi al passato potresti imbatterti nella nostalgia o nei sensi di colpa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Booking.com

Lo store di Fronte del Blog è uno store di affiliazione. Al momento dell'acquisto sarete reindirizzati su Amazon Rimuovi