Home / Culture / Cappi Files / Cosplay: il thriller a tinte (molto) rosse

Cosplay: il thriller a tinte (molto) rosse

 

Dopo Tutto il ghiaccio del mondo, torna da Algama Editore la premiata coppia del sexy thriller, Andrea Carlo Cappi & Ermione, con il nuovo ebook Cosplay: cinque storie di passioni, desiderio e delitto. Eccovi un estratto dal racconto Colpo d’occhio, ambientato nel mondo della pubblicità milanese.

Laila era un mistero. Aveva una ventina d’anni, era bellissima, aveva un corpo perfetto e avrebbe potuto fare la modella, anziché la truccatrice. Ma a lei non interessava mostrarsi. Quando Laura glielo aveva chiesto in modo diretto, la risposta era stata: «Ho fatto la cubista, una volta. Poi mi sono stancata. Non mi interessa sedurre tutti quanti, mi basta una persona alla volta.»

Era tutto ciò che si sapeva del suo passato. Laila non voleva mai raccontare niente di sé. Ogni tanto spuntava una traccia di accento straniero, che lasciava intendere che l’italiano non fosse la sua prima lingua e l’avesse imparato, forse, da bambina. Non parlava mai di famiglia, genitori, origini. Ma spesso citava cose di cui Laura, più giovane solo di due o tre anni, non aveva mai sentito parlare: cinema, televisione, musica che appartenevano a generazioni precedenti. Cose di cui forse nemmeno Lidia aveva mai saputo nulla e che nella loro casa non erano mai passate.

Il nome vagamente esotico, l’accento straniero e l’alone di indeterminazione che la truccatrice manteneva intorno a sé contribuivano a creare in lei qualcosa di magico. Laila era una fata. A Laura faceva pensare a una collezione di vecchi dischi che apparteneva a sua madre, conservata e passata da una generazione all’altra insieme a un grammofono color amaranto, di fine anni Sessanta.

Anche quello era magico. Laura aveva imparato a fare da sola: sollevava il coperchio, girava un interruttore e si accendeva una luce rossa, accompagnata da un ronzio oscillante. Prendeva dalla custodia uno di quei dischi con la scritta Fiabe sonore, lo metteva sul piatto, sistemava la puntina e ascoltava tutto, a partire dalla sigla. A mille ce n’è nel mio cuore di fiabe da narrar…

Ecco, Laila era una strana fata uscita da un giradischi senza tempo. Una fata che si era presentata alla bell’anatroccola che aveva sbagliato direzione, per ricondurla al cigno che avrebbe dovuto essere. Una fata strana, che non si era limitata a cambiarle il look ma le diceva cosa fare, come vestirsi, come comportarsi. Che le forniva dall’esterno la sicurezza che le era sempre mancata in se stessa o in famiglia. Non proprio una seconda madre, forse una sorella maggiore di cui Laura non si era mai resa conto di avere bisogno.

L’avesse conosciuta prima, tutto sarebbe stato più facile.

Ma chissà dov’era, Laila, prima di comparire dal nulla in quello studio fotografico, al seguito della corte del “principe” Carlo. Era già tanto che fosse arrivata ora. Avevano cominciato a frequentarsi dopo qualche mese che Laura aveva riprovato a fare la modella. Le erano bastate poche settimane per cancellare timori, dubbi, insicurezze e aspirazioni a un inutile ingresso nel Club del Vomito Autoindotto. Laila le aveva fatto capire che non occorreva che lei diventasse come le altre, doveva solo continuare a perfezionare se stessa partendo da com’era.

Laura aveva cominciato a invitarla a casa propria, nell’ex-portineria. Ora la truccatrice si occupava anche della sua chioma, la carta da giocare, l’asso nella manica. Gliela lavava e spazzolava, come neanche la madre aveva mai fatto. La tirava a lustro come una bambola.

«Adoro i tuoi capelli», le rivelò una sera, lei in piedi e Laura seduta davanti allo specchio alla parete del suo monolocale. Laila teneva le dita nella soffice nuvola bionda.

«Perché non te li fai crescere anche tu?» chiese Laura, alzando lo sguardo dal proprio riflesso a quello dell’amica.

«Io non sono così.»

«Sei più bella tu di me», obiettò Laura. «Se ti piacciono tanto i miei capelli, puoi sempre metterti una parrucca.»

Laila non rispose.

Era strano. La fata poteva fare una magia su di lei, ma non poteva farla su se stessa.

O forse non voleva.

cosplay-

Leggi il resto nel nuovo ebook di Andrea Carlo Cappi & Ermione.
In copertina: Ermione in una fotografia di Andrea Carlo Cappi.

Cosplay di Andrea Carlo Cappi & Ermione è in vendita in ebook da Algama Editore su Amazon.it, BookRepublic, IBS, MondadoriStore e le altre piattaforme.

Dagli stessi autori in ebook presso Algama Editore leggi anche il sexy thriller Tutto il ghiaccio del mondoNella foto sotto: Ermione.

311189_219587291423208_6225825_n

 

 

Chi è Andrea Carlo Cappi

Andrea Carlo Cappi, nato a Milano nel 1964, vive da anni tra l'Italia e la Spagna. È uno dei più attivi scrittori italiani di letteratura di genere, spaziando fra thriller, avventura e fantastico. Dal 1993 ha pubblicato cinquanta titoli fra narrativa e saggistica e più di un centinaio di racconti. È anche traduttore di numerosi bestseller dall'inglese e dallo spagnolo e ha curato varie edizioni italiane dell'agente 007. Ha scritto i racconti e romanzi del "Kverse", l'universo thriller che riunisce le serie "Nightshade" (da Segretissimo Mondadori, firmata a volte con lo pseudonimo François Torrent), "Medina" (Il Giallo Mondadori, Segretissimo Mondadori) e "Black" (Cordero Editore). Sono riapparsi di recente in libreria "Medina-Milano da morire" (Cordero), "Nightshade-Obiettivo Sickrose" (Cento Autori), cui si aggiungono le novità "Black and Blue" e "Back to Black" (Cordero). Algama Editore (www.algama.it) sta pubblicando in ebook parecchi titoli editi e inediti di questo ciclo: "Malagueña", "Dossier Contreras", il serial "Missione Cuba", "Black Zero", "Black and Blue". Cappi ha dato vita anche a una saga horror-erotica con il romanzo "Danse Macabre-Le vampire di Praga" (Anordest). Ha collaborato al serial di RadioRAI "Mata Hari" e ai fumetti di "Martin Mystère", personaggio cui ha dedicato racconti e romanzi originali, tra cui "L'ultima legione di Atlantide" (Cento Autori). Ha scritto poi quattro romanzi originali con protagonisti Diabolik ed Eva Kant, ora ripubblicati da Excalibur/Il Cerchio Giallo. Per Algama è autore dell'ebook "Fenomenologia di Diabolik", saggio autorizzato sul Re del Terrore e il suo mondo in tutte le loro declinazioni, ora riproposto in un volume illustrato a colori da Edizioni NPE. Sono disponibili in ebook anche il saggio "Le grandi spie" (Vallardi), il mystery "Il gioco della dama" (dbooks.it), le storie erotiche de "La perfezione dell'amore" (Eroscultura) e il racconto fanta-erotico "Nuova carne" scritto a quattro mani con Ermione (Eroscultura); con lei Cappi ha pubblicato inoltre per Algama gli ebook "Tutto il ghiaccio del mondo" e "Cosplay". Gestisce con Giancarlo Narciso il webmagazine Borderfiction.com e con Fabio Viganò il blog "Il Rifugio dei Peccatori".

Leggi anche

Mare, flamenco e scandali: benvenuti a Magalluf

In Gran Bretagna se ne parla sui giornali e in tv come il luogo in cui i giovani d'Oltremanica vanno a devastarsi tra alcool, sesso e balconing, mentre per molti altri turisti è solo una spiaggia spettacolare e tranquilla,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lo store di Fronte del Blog è uno store di affiliazione. Al momento dell'acquisto sarete reindirizzati su Amazon Rimuovi