MusicaNotizie flashSocial StarsocietàSpettacolo

Emma Marrone, spettacolare: “La leggerezza è una cosa seria”

Leggerezza, sincerità e … nuova musica travolgente per la sua estate in van

Dopo quindici anni di carriera, la nuova parola d’ordine di Emma Marrone sembra rappresentare in qualche modo anche il segreto del successo delle sue ultime canzoni: leggerezza. “Che non significa frivolezza o superficialità, sia ben chiaro”, ha raccontato la cantante a GQ. “La leggerezza è una cosa serissima, la puoi imparare veramente solo in età adulta. Sarà che a un certo punto ci rincoglioniamo, sarà che diventa una questione di sopravvivenza, emotiva e mentale”.blank
Insomma, Emma è sempre battagliera, ma più consapevole, più autoironica, spettacolare, divertente (“Un oggetto a cui non rinuncerei mai? Sono indecisa tra il dildo e la PlayStation”)  diretta, sincera, spettacolare. E per questo estremamente cool, forse come non è mai stata prima d’ora,
a 40 anni compiuti da poco la Regina del Pop, sta vivendo una nuova, creativa, evolutiva, frizzante dimensione artistica. E… a bordo del suo van (belle le storie social dedicata al mezzo in oggetto), l’artista salentina sta girando… in e con “Apnea”, in lungo e in largo la penisola per il suo tour estivo e i festival dell’estate in musica. Stefano Mauri

Quando i lettori comprano attraverso i link Amazon ed altri link di affiliazione presenti sul sito - nei post in cui è presente un prodotto in vendita - Fronte del Blog potrebbe ricevere una commissione, senza però che il prezzo finale per chi acquista subisca alcuna variazione.

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock rilevato

Per favore, disattiva il blocco della pubblicità su questo sito, grazie