Bar SportNotizie flashsocietà

Interisti consentitemi: ma se la Juventus “ruba”, perchè la copiate? Non è che i bianconeri vincono poichè sono abili?

Il giornalista e scrittore Jacopo Galvani, provoca via social i tifosi nerazzurri

“Post polemico:
Sono anni che sento dire che la Juventus ruba. Vero o non vero, non sono qui per discutere questa cosa. Però, mi sembra che dall’altra parte di Milano si è sempre stati inferociti con i bianconeri, ma non si è mai perso l’occasioni di ‘saccheggiarli’ di dirigenti, giocatori, eccetera. Stai a vedere che alla fine l’Inter vorrebbe essere la Juve?
Ricordo: Trapattoni (è superato), Tardelli, Viera, Jugovic, Paulo Sousa, Vieri, Ibrahimovic e tanti altri, quel tentativo di prendere Moggi, quello riuscito per Marotta; forse la Juve ha vinto perché semplicemente abile”?

Così provocò via social il giornalista, scrittore (letti i suoi libri? Cercateli via web: meritano) opinionista e appassionato calciofilo, nonchè tifoso milanista, Jacopo Galvani.

blank

Beh, tutti i torti, il buon Jacopo, non ha. No? Ah… in attesa del centravanti, l’Inter si è regalata Juan Cuadrado. Un colpo inatteso che, come primo effetto collaterale, ieri sera ha fatto infiammare il web: il colombiano negli anni juventini è sempre stato tra i giocatori “meno amati” (eufemismo) dagli interisti che, infatti, hanno subito sfogato tutta la loro rabbia per una scelta, quella del club, destinata a essere divisiva. E chissà se per i tifosi nerazzurri, ora, Cuadrado si tufferà ancora, come per loro, simulava quando militava in bianconero?

 

Stefano Mauri

 

Quando i lettori comprano attraverso i link Amazon ed altri link di affiliazione presenti sul sito - nei post in cui è presente un prodotto in vendita - Fronte del Blog potrebbe ricevere una commissione, senza però che il prezzo finale per chi acquista subisca alcuna variazione.

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock rilevato

Per favore, disattiva il blocco della pubblicità su questo sito, grazie