ArteMediaMusicaNewssocietà

Benedetta Raina e il nuovo brano “Canzoni d’Amore”, un maturo punto di partenza

Intervista alla cantautrice intensamente e felicemente PopIndie

(continua dopo la pubblicità)
(continua dopo la pubblicità)

 

 

 

Allora, in un mondo fluido, qual è l’attuale panorama musicale italico, dove il termine, o meglio, il genere Indie – Pop, quindi PopIndie, mah … forse inizia a essere un tantino inflazionato, ecco, la cantautrice Benedetta Raina è sicuramente un’artista Indie sul serio. Fa musica praticamente da sempre, sin da piccina, Benedetta da Alessandria, soltanto che prima scriveva in inglese, ora in italiano e dallo scorso 15 gennaio, “Canzoni d’Amore” (Noize Hills Recors), il suo ultimo brano è disponibile in digitale e ascoltabile in radio.

Com’è cantare tra colleghi che per la maggior parte sono transitati da un talent musicale, piuttosto che da un contest?

(continua dopo la pubblicità)

Mah è un’esperienza particolare, forse rischiosa, ma è quello che voglio fare e che rispecchia la mia libertà artistica, la mia musica. E ho la fortuna di avere le spalle una casa discografica indipendente, ma vivace e propositiva. 

(continua dopo la pubblicità)

Mai sfiorata l’idea di partecipare, comunque, a un talent?

Queste proposte sono soprattutto televisione, poi per carità possono diventare un trampolino di lancio, ma vanno interpretate al meglio e in un certo modo. E talvolta non basta vincere per affermarsi.

Due parole sul cast del Festival della Canzone Italiana 2021 in cartello a marzo a Sanremo?

Tanti artisti arrivano dal mio mondo Indipendente è ciò mi rende felice. Seguirò con attenzione La Rappresentante di Lista.

Il tuo sogno musicale?

Quello di fare arrivare al maggior numero di persone i miei brani, i miei messaggi musicali. Facendo questo mestiere sogno ovviamente di poter vivere del mio lavoro.

La crisi economica che viaggia a braccetto con l’emergenza sanitaria causa Coronavirus vi sta un po’ tappando le ali a voi cantati emergenti, vero?

Purtroppo sì, considera che fanno fatica pure i colleghi affermati. Ormai da un anno è quasi tutto fermo, per fortuna ci sono i social e il web ad aiutarci.

Hai un modello di riferimento?

Cambio parecchio i mei riferimenti, adesso sto riscoprendo alla grande la cantautrice Taylor Swift.

E chi ti piace nel panorama italiano?

Calcutta. Ed è grazie a lui se canto in italiano oggi.

Queste continue chiusure per la pandemia aiutano od ostacolano la tua vena creativa?

Per scrivere ritengo sia meglio partire da episodi o frammenti di vita vissuta, quindi l’attualità non mi aiuta.

Suono qualche strumento?

La tastiera, la chitarra e l’ukulele.

“Canzoni d’Amore”, il tuo ultimo brano disponibile sulle piattaforme musicali e in rotazione radiofonica è la canzone della tua maturità?

In un certo senso sì, ma è contemporaneamente un punto di partenza, non voglio fermarmi qui. Il pezzo paragona un nuovo amore a un salto nel vuoto che porta a fidarsi dell’altro e si discosta parecchio da quanto fatto in precedenza quando il mio repertorio musicale attingeva dall’adolescenza. 

 

Stefano Mauri

 

Due parole su questo sito blank
(continua dopo la pubblicità)

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button

Adblock Detected

Per favore, disattiva il blocco della pubblicità su questo sito, grazie