MusicaNotizie flashSocial StarsocietàSpettacolo

Emma Marrone (in gran forma), Fiorella Mannoia, Annalisa (in pole position), Angelina Mango, Loredana Bertè, Alessandra Amoroso: chi vincerà il Festival di Sanremo 2024?

Avremo finalmente una donna sul gradino più alto del podio? Probabilmente sì, ma occhio alle sorprese

(continua dopo la pubblicità)

Tre donne sul podio di Sanremo 2024? Eh già, le previsioni parlano di un podio tutto al femminile, con Angelina Mango, Alessandra Amoroso e Annalisa, tra le favorite, senza dimenticare Emma Marrone. Ah… le stime di DeRev, basate sulle performance dei/delle cantanti sui social, non si discostano molto, aggiungendo in mezzo anche Fiorella Mannoia e Ghali.

annalisa

La classifica in oggetto, non tiene conto solo della forza derivante dal numero dei follower ma anche dal loro coinvolgimento e del livello di risposta a quello che condividono i loro beniamini. Ebbene, tale graduatoria vede Alessandra Amoroso in testa grazie alla seconda community più ampia (quasi 9 milioni di follower), seconda soltanto a quella di Emma (12,774 milioni), Dietro alla Amoroso, udite, udite c’è Fiorella Mannoia. Ebbene, al terzo posto c’è Ghali: con quasi 4,5 milioni di followers seguito da Annalisa e Angelina Mango. Già, ma volendo fare un pronostico, chi vincerà il Festival di Sanremo 2024? Mah, il primo posto dovrebbero giocarselo Angelina Mango, Annalisa (è in pole position) e Alessandra Amoroso. Tra le sorprese occhio a Emma, annunciata in gran forma, i Negramaro, Ghali, i The Kolors.

Stefano Mauri

 

(continua dopo la pubblicità)

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock rilevato

Per favore, disattiva il blocco della pubblicità su questo sito, grazie