Bar Sportsocietà

Domenica Milan – Juve e a Parigi, l’ex rossonero Donnarumma non gioca per volere dello spogliatoio

Ma è vero che i sudamericani del Psg preferiscono Navas a Gigio? Maignan già protagonista

 

L’attuale nuovo estremo difensore del Milan Maignan è già tra i protagonisti assoluti dell’equipe allenata da Pioli e domenica alle 20.45, nel big match a Torino contro la Juve avrà gli occhi puntati addosso.

Già, dopo l’addio di Gigi Donnarumma, che in estate ha deciso di non rinnovare il suo contratto con il Milan per andare a parametro zero al PSG, in molti temevano che i rossoneri potessero avere una lacuna importante tra i pali e invece finora Mike Maignan non ha assolutamente fatto rimpiangere il suo predecessore. L’ex Lille è stato protagonista ad Anfield non solo per il rigore parato a Salah nel primo tempo, ma anche con altri due o tre interventi che hanno tenuto in piedi il Diavolo fino alla fine. Senza Maignan, il Milan rischiava certamente un passivo più pesante e invece i rossoneri sono usciti a testa alta dallo stadio di Liverpool nonostante la sconfitta per 3-2. Il francese sta vivendo un inizio di stagione da protagonista che fa ben sperare anche per il futuro. La sensazione, poi, è che possa crescere ancora tanto grazie ad un maestro speciale come Nelson Dida, preparatore dei portieri rossoneri.

A proposito, secondo rumors provenienti da Parigi, Donnarumma la prossima estate potrebbe fare le valigie e tornare in Italia e attualmente, mentre allo stato attuale non starebbe giocando titolare poichè il gruppo di calciatori sudamericani del club parigino, preferisce, nel ruolo di titolare il più carismatico e a loro gradito Navas. Sarà vero?

Tornando a Juve – Milan, Ibra proverà fino alla fine a esserci, ma mister Pioli deciderà dopo essersi consultato col diretto interessato e coi medici. A Pioli toccherà inoltre scegliere chi schierare dall’inizio tra Giroud e Rebic, Tonali e Bennacer e tra Romagnoli e Kjaer.

Indiscrezioni di mercato infine danno il solito Psg pronto a dare l’assalto a Kessie nella parentesi di mercato invernale del prossimo mese di gennaio, Romagnoli è conteso da Juventus e Lazio. Ora palla allo Stadium per la nobile contesa bianconeri contro rossoneri.

 

Stefano Mauri

Due parole su questo sito blank

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button