Home / Italia / L’AGENDA GRIGIA DI PAOLO BORSELLINO E IL RAPPORTO CONFIDENZIALE AMERICANO SULLA STRAGE DI CAPACI

L’AGENDA GRIGIA DI PAOLO BORSELLINO E IL RAPPORTO CONFIDENZIALE AMERICANO SULLA STRAGE DI CAPACI

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Edoardo Montolli (@edoardomontolli) in data:


Gli americani seppero subito che Paolo Borsellino avrebbe preso in mano l’indagine sulla strage di Capaci in cui morì Giovanni Falcone.

Il rapporto confidenziale dell’Ambasciata di Roma a Washington riportato nel libro “L’Italia vista dalla Cia” (2005) di Paolo Mastrolilli e Maurizio Molinari, è datato 1 giugno 1992:

«…Il ministro ha annunciato che il 30 maggio avrebbe inviato Liliana Ferraro a Palermo per gestire il passaggio dell’intera indagine nelle mani di Paolo Borsellino, viceprocuratore locale e vecchio collaboratore di Falcone. La motivazione della nomina di questo magistrato e che lui sta gia indagando sui complotti mafiosi di cui l’attentato di Capaci e parte…».

Quel nome sconosciuto sull’agenda elettronica di Giovanni Falcone – GUARDA

Il riscontro di questa visita di Liliana Ferraro a Borsellino lo trovai sull’agenda grigia di Paolo Borsellino, sulla quale, mi confermò l’avvocato Fabio Repici – legale di parte civile del fratello del giudice, Salvatore – il magistrato segnava gli appuntamenti avvenuti come promemoria.

Alla data del 30 maggio, dalle 18.30 alle 19.30, sull’agenda grigia di Paolo Borsellino (nella foto) c’è infatti un memo: “Morvillo (L. Ferraro)”, come Liliana Ferraro.

Solo che, mi precisò Repici, che intervistai per il libro “I diari di Falcone” (Chiarelettere, 2018): «Io di una cosa del genere non avevo mai sentito parlare. Né dell’incontro del 30 maggio, tantomeno del fine di un incontro di tale natura. Nei processi su via D’Amelio non ce n’è traccia».

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Edoardo Montolli (@edoardomontolli) in data:

Edoardo Montolli

IL GRANDE ABBAGLIO – CONTROINCHIESTA SULLA STRAGE DI ERBA, di Felice Manti e Edoardo Montolli versione aggiornata – QUI

 

VIDEO

Onda libera - Giulio Cainarca ed Edoardo Montolli - 23/05/2018

Radio...

Chi è Edoardo Montolli

Edoardo Montolli, giornalista, è autore di diversi libri inchiesta molto discussi. Due li ha dedicati alla strage di Erba: Il grande abbaglio e L’enigma di Erba. Ne Il caso Genchi (Aliberti, 2009), tuttora spesso al centro delle cronache, ha raccontato diversi retroscena su casi politici e giudiziari degli ultimi vent'anni. Dal 1991 ha lavorato con decine di testate giornalistiche. Alla fine degli anni ’90 si occupa di realtà borderline per il mensile Maxim, di cui diviene inviato fino a quando Andrea Monti lo chiama come consulente per la cronaca nera a News Settimanale. Dalla fine del 2006 alla primavera 2012 dirige la collana di libri inchiesta Yahoopolis dell’editore Aliberti, portandolo alla ribalta nazionale con diversi titoli che scalano le classifiche, da I misteri dell’agenda rossa, di Francesco Viviano e Alessandra Ziniti a Michael Jackson- troppo per una vita sola di Paolo Giovanazzi, o che vincono prestigiosi premi, come il Rosario Livatino per O mia bella madu’ndrina di Felice Manti e Antonino Monteleone. Ha pubblicato tre thriller, considerati tra i più neri dalla critica; Il Boia (Hobby & Work 2005/ Giallo Mondadori 2008), La ferocia del coniglio (Hobby & Work, 2007) e L’illusionista (Aliberti, 2010). Il suo ultimo libro è I diari di Falcone (Chiarelettere, 2018)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Lo store di Fronte del Blog è uno store di affiliazione. Al momento dell'acquisto sarete reindirizzati su Amazon Ignora