KidsPanoramasocietà

Arriva Nimuno, il nastro adesivo per i Lego: ora puoi attaccarli ovunque!

 

L’idea di Nimuno, partorita su Indiegogo, di un nastro adesivo per i Lego, sta riscuotendo un clamoroso successo: ora i famosi mattoncini possono curvare ed essere attaccati alla parete. Guarda quest’incredibile gallery

 

blank

Avete mai pensato quanto sarebbe stato divertente poter far curvare i Lego o attaccarli in verticale? Il gioco è uno dei più famosi, datati e seguiti del mondo. Ma non solo dai bambini. Ci sono artisti che costruiscono riproduzioni di monumenti, statue, panorami interi. Eppure nessuno ci aveva ma pensato prima. L’idea di un nastro adesivo compatibile, Nimuno, partorita su Indiegogo, ha raccolto quasi 800mila dollari. Si possono avere due rotoli a 11 dollari, 10 a 50. E il divertimento è assicurato. Non ci credete? Guardate qui.

 

blank

Si può fare davvero di tutto

blank

Curve e costruzioni mobili

blank

Le cose più bizzarre ora sono a portata di mano

blank

I Lego montati sulla bicicletta

blank

Cellulari e bottiglie, il nastro è destinato a rivoluzionare il gioco

blank

Le prime nuove costruzioni

blank

Edoardo Montolli

L’ULTIMO THRILLER DI EDOARDO MONTOLLI

[WooZoneProducts asin=”B01KHUHO1U”][/WooZoneProducts]

Due parole su questo sito blank

Edoardo Montolli

Edoardo Montolli, giornalista, è autore di diversi libri inchiesta molto discussi. Due li ha dedicati alla strage di Erba: Il grande abbaglio e L’enigma di Erba. Ne Il caso Genchi (Aliberti, 2009), tuttora spesso al centro delle cronache, ha raccontato diversi retroscena su casi politici e giudiziari degli ultimi vent'anni. Dal 1991 ha lavorato con decine di testate giornalistiche. Alla fine degli anni ’90 si occupa di realtà borderline per il mensile Maxim, di cui diviene inviato fino a quando Andrea Monti lo chiama come consulente per la cronaca nera a News Settimanale. Dalla fine del 2006 alla primavera 2012 dirige la collana di libri inchiesta Yahoopolis dell’editore Aliberti, portandolo alla ribalta nazionale con diversi titoli che scalano le classifiche, da I misteri dell’agenda rossa, di Francesco Viviano e Alessandra Ziniti a Michael Jackson- troppo per una vita sola di Paolo Giovanazzi, o che vincono prestigiosi premi, come il Rosario Livatino per O mia bella madu’ndrina di Felice Manti e Antonino Monteleone. Ha pubblicato tre thriller, considerati tra i più neri dalla critica; Il Boia (Hobby & Work 2005/ Giallo Mondadori 2008), La ferocia del coniglio (Hobby & Work, 2007) e L’illusionista (Aliberti, 2010). Il suo ultimo libro è I diari di Falcone (Chiarelettere, 2018)

Articoli correlati

Un commento

Back to top button