MusicaNotizie flashSocial StarsocietàSpettacolo

Fedez ancora in ospedale, per fortuna la grande paura è passata

Il rapper si è sentito male mentre era in sala d'incisione

Fedez 

è nuovamente ricoverato e ha condiviso sui suoi social l’ultimo malessere: “Sono tipo Dj Khaled quando dice ‘Another One’, ma con le emorragie interne, grazie di cuore ai dottori e gli infermieri del Policlinico di Milano che hanno trovato l’emorragia interna prima che fosse troppo tardi per fortuna. Dopo l’ultimo episodio la paura è tornata, non mi aspettavo di rischiare la vita di nuovo in così poco tempo. La malattia mi ha fatto capire l’importanza del tempo. E di quanto una ferita abbia bisogno del tempo per essere curata”. Poi ha postato una parte di un testo di una possibile canzone: Sbagli se pensi che non ho mai amato. Per te avrei ucciso ma tu mi hai fermato. I buchi allo stomaco che mi son fatto, per tutto lo schifo che ho accumulato.” Per fortuna il peggio, per il rapper sembra essere passato, a lui gli auguri di una pronta guarigione, di un pronto ritorno in sala d’incisione. Pensare che nei giorni scorsi, Fedez era stato fotografato mentre amoreggiava in una masseria pugliese con una misteriosa brunetta. Poi di nuovo un malanno e la grande paura.

Stefano Mauri

 

Quando i lettori comprano attraverso i link Amazon ed altri link di affiliazione presenti sul sito - nei post in cui è presente un prodotto in vendita - Fronte del Blog potrebbe ricevere una commissione, senza però che il prezzo finale per chi acquista subisca alcuna variazione.

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock rilevato

Per favore, disattiva il blocco della pubblicità su questo sito, grazie