MusicaNotizie flashSocial StarsocietàSpettacolo

Annalisa? Sarà Sinceramente libera di cantare ciò che vuole, no?

Chissà perché in tanti hanno da dire sulle canzoni della Pop Star italiana?

Ah … che polemica, per le parole dii Antonello Venditti sulla musica attuale, in particolare su Annalisa e Angelina Mango. Ma è un caos sterile, poiché se il mercato premia e i premi arrivano, ogni artista è libero di cantare ciò che vuole, no? E Venditti, come ha fatto in modo educato, beh è comunque libero di dire ciò che pensa. O no?

blank

Lo stesso artista romano, tra l’altro, è poi intervenuto sui social per fare alcune puntualizzazioni. Nei giorni scorsi, in un’intervista recente rilasciata a Leggo, Venditti ha affrontato diversi temi. Tra questi, anche uno relativo al panorama attuale della musica italiana: “Questi giovani sono bravi: io so fa’ quello che fanno loro, ma loro non sanno fa’ quello che faccio io. A differenza nostra, loro sono trafitti dalle scadenze, hanno paura di essere dimenticati. E prendi Annalisa: è una bravissima cantante, ma è stata costretta dal mercato a diventare altro da se stessa. Anche Angelina Mango. Interpreti fantastiche e poi c’è qualcuno che decide il suono per tutti”. Poi, dopo aver scatenato le reazioni del popolo del web, via Facebook, il cantautore romano è tornato sull’argomento: “Attenzione! Io amo Annalisa, Angelina Mango e il grande talento di Madame quindi tutto l’articolo è un’enorme forzatura solo per creare strani e inutili paragoni. Le ho sentite interpretare canzoni di grandi cantautori con grande maestria, ma evidentemente per il mercato di oggi non basta essere brave. Si pretende un look e una presunta sensualità imposta da un ulteriore presunto sound ormai globalizzato.Un abbraccio”. 

Stefano Mauri

Quando i lettori comprano attraverso i link Amazon ed altri link di affiliazione presenti sul sito - nei post in cui è presente un prodotto in vendita - Fronte del Blog potrebbe ricevere una commissione, senza però che il prezzo finale per chi acquista subisca alcuna variazione.

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock rilevato

Per favore, disattiva il blocco della pubblicità su questo sito, grazie