Notizie flashSocial Starsocietà

Scherzetti da Fedez al ministro leghista Matteo Salvini. E la “strana coppia” funziona

Sotto, sotto, i due si vogliono bene. E se arrivasse una proficua collaborazione?

Simpatico lo scherzo telefonico di Fedez a Matteo Salvini, poco dopo i risultati ufficiali delle elezioni europee. Nel video, diventato virale in poco tempo, il rapper prima riaggancia e poi richiama: “Scusa, mi è partita la chiamata! Ma com’è andata? Bene, dai…”. Tutto, durante una diretta Twitch con “Il Rosso”, col rapper giocoso, scherzoso, che ha suggerito: “Chiamiamo Salvini? Tanto non risponderà mai”.

fedez
Fedez, nuovo look

Ma contrariamente alle aspettative, il pur impegnatissimo Salvini ha risposto all’ex Ferragnez. Ah, l’impegnatissimo Matteo Salvini ha replicato così: Fedez mi ha fatto uno scherzo, non pensavo neanche fosse uno scherzo. Sai che scherzone, poi ognuno si diverte come vuole. Ero a casa, a Roma, con la mia compagna Francesca. Erano le 23-23.30, mi suona il telefonino, leggo Fedez. Se uno ti chiama alle undici e mezza di sera, dico: ‘Rispondiamo, non si sa mai, avrà avuto un problema’. E, invece, mi dice: Scusa, mi è partita la telefonata. Ciao, ciao, ci vediamo per un caffè. Poi oggi scopro sui giornali che era uno scherzo telefonico. Io ho finito di farli quando avevo 12 anni e c’era ancora il telefono dove col dito dovevi girare e chiamavi un po’ da scemotto facendo gli scherzi telefonici”. Vuoi vedere che sotto, sotto, il leader della Lega (e ministro ai Trasporti e alle Infrastrutture) e l’artista italiano si vogliono bene? E se i due arrivassero a collaborare politicamente, oppure artisticamente con una canzone?

Stefano Mauri

Quando i lettori comprano attraverso i link Amazon ed altri link di affiliazione presenti sul sito - nei post in cui è presente un prodotto in vendita - Fronte del Blog potrebbe ricevere una commissione, senza però che il prezzo finale per chi acquista subisca alcuna variazione.

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock rilevato

Per favore, disattiva il blocco della pubblicità su questo sito, grazie