Bar SportNotizie flashsocietà

Max Allegri, sempre più solo, senza allegria e slegato dalla squadra

Penalizzata, sconfitta e sfiduciata: Juve da rifare

 

 

Dopo il brutto, bruttissimo Ko con l’Empoli, il tecnico della Juventus,Massimiliano Allegri, a DAZN ha parlato del proprio futuro professionale:“Bisogna parlare con la società, sapere innanzitutto dove si gioca, se in Europa League, se ce la faranno giocare o meno. Da lì si parte. Bisogna accettare la realtà, se saremo fuori da tutto non possiamo vendere qualcosa impossibile da vendere. Se saremo fuori da tutto non possiamo pensare di ricominciare subito a vincere. Lasciare la Juventus in questo momento sarebbe da vigliacchi, ora sono molto deluso. È stato tutto un rincorrere.

Siamo arrivati allo stadio ed eravamo secondi in classifica, dopo il riscaldamento ci siamo ritrovati settimi. Abbiamo giocato l’ennesima partita cercando di vincere per provare a giocarci con il Milan il quarto posto. Magari non sarebbe bastato. Dispiace perché dopo il gol siamo crollati, sono stati davvero quattro mesi difficili. Ai ragazzi non posso rimproverare nulla, l’unica cosa certa sono i 69 punti sul campo, che valgono sicuramente di più. L’annata è andata così, dobbiamo stare zitti, ripartiamo per cercare di finire la stagione nel migliore dei modi”.

Così parlò l’Allegri, slegato dalla squadra, poco Allegro, stanco, svuotato e solo. Ah … pure i tifosi bianconeri sono tristi, per sperare in un domani più allegrotto, meritano di conoscere il prima possibile chi costruirà il futuro della Juve, no?

Stefano Mauri

Quando i lettori comprano attraverso i link Amazon ed altri link di affiliazione presenti sul sito - nei post in cui è presente un prodotto in vendita - Fronte del Blog potrebbe ricevere una commissione, senza però che il prezzo finale per chi acquista subisca alcuna variazione.

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock rilevato

Per favore, disattiva il blocco della pubblicità su questo sito, grazie