Bar SportNotizie flashsocietà

A modo suo e mai banale, Cassano le canta a Mourinho

Continua la querelle tra il trainer della Roma e L’opinionista di Bari

Poteva quel ‘simpatico monello’ di Cassano, non replicare al trainer portoghese della Roma dopo le accuse che il secondo ha rivolto al primo? Assolutamente no, così nel corso del suo intervento alla BoboTv di martedì sera, Antonio Cassano ha parlato ancora una volta sulla diatriba con Mourinho, rispondendo alle dichiarazioni dello Special One, in particolare sulle insinuazioni su Livaja:

“Giuro su quello che volete che in 18 anni di carriera non sono mai arrivato con nessuno alla mani. Ho litigato con tutti: presidenti, calciatori, magazzinieri. Sono arrivato perfino a tirare un televisore addosso a un dirigente, ma senza mai arrivare allo scontro fisico. Non ho mai vinto niente? Ho scelto di andare alla Roma e non alla Juventus perché per me il calcio è sempre stato amore, passione e divertimento. Se volevo vincere facile andavo alla Juventus. Bruno Conti, Totti e De Rossi, se glielo chiedete vi diranno che per 5 anni ho fatto godere i romanisti. Mourinho ha vinto la coppa a Roma e a me non frega niente, può vincere quello che vuole, ma sta facendo fare delle figuracce oscene, uno scempio, litigi, espulsioni, disastri, giocatori insultati e fatti fuori. Io non voglio vincere niente, ho sempre giocato per far divertire i tifosi, non me ne frega niente dei trofei. Lui ha vinto facendo un calcio osceno, deve capire che è scarso come allenatore”.

100 Fatti Incredibili Sul Calcio – GUARDA

blank blank

 

Il serbo, lo svizzero e lo spagnolo: i Big Three della storia del tennis – GUARDA

Così parlò il Cassano, ex fantasista del calcio romantico, direttore sportivo in cerca di un’opportunità e opinionista mai banale…

Discorsi da Bar Sport: ecco i Top e Flop di Serie A nel 2023 – GUARDA

Stefano Mauri

Quando i lettori comprano attraverso i link Amazon ed altri link di affiliazione presenti sul sito - nei post in cui è presente un prodotto in vendita - Fronte del Blog potrebbe ricevere una commissione, senza però che il prezzo finale per chi acquista subisca alcuna variazione.

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock rilevato

Per favore, disattiva il blocco della pubblicità su questo sito, grazie