Bar SportNotizie flashsocietà

Paredes mi consenta: la tigna esibita contro Allegri, non la poteva mostrare in campo?

Pasquetta agitata per la Vecchia Signora. Il mister è troppo solo?

Già, come ha scritto, poi ripresa praticamente da tutti, La Gazzetta dello Sport, la Pasquetta della Juventus è cominciata con trecento tifosi sugli spalti della Continassa, tra applausi e autografi, ed è finita con la più classica delle grigliate. In mezzo però, la festa è stata disturbata, in parte, dall’episodio che ha visto protagonista Leandro Paredes prima di pranzo. Il centrocampista argentino, apparso nervosetto già durante la partitella del mattino, a fine allenamento è rientrato negli spogliatoi dove ha avuto una discussione con mister Massimiliano Allegri.

100 Fatti Incredibili Sul Calcio – GUARDA

blank blank

 

Il serbo, lo svizzero e lo spagnolo: i Big Three della storia del tennis – GUARDA

 

Già, l’ex Paris Saint Germain è sbottato contro Max, rinfacciandogli pure lo scarso impiego degli ultimi mesi. E’ stata una lite accesa, tutt’altro che pasquale e davanti a gran parte della squadra. Paredes, poi tranquillizzato da alcuni compagni, alla fine non ha nemmeno preso parte al pranzo. Ah… l’avventura bianconera di Leandro Paredes, in estate fortemente voluto da Allegri e dal diesse Federico Cherubini, è segnalata da tempo ai titoli di coda. Mai, l’ex playmaker della Roma e dell’Empoli, quando è stato chiamato in causa, ecco ha entusiasmato.Discorsi da Bar Sport: ecco i Top e Flop di Serie A nel 2023 – GUARDAAdesso vediamo quale decisione prenderà la società bianconera, ma, come ripetiamo da mesi, al club servono uomini di calcio (un direttore generale e uno sportivo) che affianchino coach Allegri. Detto questo, la tigna dimostrata negli spogliatoi, forse, il Leandro, mah … avrebbe dovuto esibirla in campo, no?Stefano Mauri

Quando i lettori comprano attraverso i link Amazon ed altri link di affiliazione presenti sul sito - nei post in cui è presente un prodotto in vendita - Fronte del Blog potrebbe ricevere una commissione, senza però che il prezzo finale per chi acquista subisca alcuna variazione.

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock rilevato

Per favore, disattiva il blocco della pubblicità su questo sito, grazie