Bar SportNotizie flashsocietà

Nicolò Fagioli posta: ”Vlahovic e Kostic insultati a San Siro”. Poi cancella tutto

Il giornalista Ivan Zazzaroni sta con Lukaku senza se e senza ma

A distanza di poche ore dalla partita di Coppa Italia tra Juve e Inter, continua a fare discutere l’episodio (una vera e propria rissa) avvenuto a fine gara, quando Romelu Lukaku è stato vittima di presunti cori razzisti (la società bianconera è in prima linea per individuare gli eventuali responsabili) da parte dei tifosi juventini.

100 Fatti Incredibili Sul Calcio – GUARDA

blank blank

 

Il serbo, lo svizzero e lo spagnolo: i Big Three della storia del tennis – GUARDA

C’è chi però si è schierato dalla parte dei supporters del club torinese, spiegando come episodi del genere possano avvenire in qualsiasi stadio e da parte di qualunque tifoseria. A farlo è stato Nicolò Fagioli, rispondendo al commento di un utente su Instagram.

Discorsi da Bar Sport: ecco i Top e Flop di Serie A nel 2023 – GUARDA

Attraverso il proprio profilo Instagram, Il forte centrocampista è stato protagonista di un botta e risposta con un utente, che tra i commenti della sua foto pubblicata sul social lo ha attaccato a seguito dell’episodio che ha coinvolto Lukaku. “Razzisti”, questo il commento postato dal ragazzo sotto la foto di Fagioli. La risposta del centrocampista bianconero, attraverso cui ha condannato anche la tifoseria dell’Inter, non è tardata ad arrivare: “Quando a San Siro urlavano zingaro a Kostic e Vlahovic invece andava bene vero?”. In ogni caso, però, Fagioli ha deciso di cancellare il proprio commento a distanza di poche ore. Il Derby d’Italia non sarà mai una sfida banale.

In collegamento con gli studi di SportMediaset, Ivan Zazzaroni, giornalista e direttore del Corriere dello Sport, su quanto accaduto nel brutto finale di gara di ieri tra La Vecchia Signora e l’Inter la pensa così:

“Non aveva senso quello che è accaduto. Una partita corretta finita in un modo vergognoso, porterà effetti molto negativi per i calciatori. La Juventus è irreprensibile e individuerà i colpevoli. Mi sento di stare dalla parte di Lukaku tutta la vita. La partita? Tecnicamente ha detto poco. Ha giocato meglio l’Inter, la Juventus si è difesa. C’è stato questo altro mani in area, che è un classico in questi anni alla Juve da De Ligt a Bremer, che ha riaperto la partita”.

Stefano Mauri

Quando i lettori comprano attraverso i link Amazon ed altri link di affiliazione presenti sul sito - nei post in cui è presente un prodotto in vendita - Fronte del Blog potrebbe ricevere una commissione, senza però che il prezzo finale per chi acquista subisca alcuna variazione.

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock rilevato

Per favore, disattiva il blocco della pubblicità su questo sito, grazie