DelittiNotizie flashsocietà

Liliana Resinovich, il criminologo Carmelo Lavorino: “Suicidio? Ecco cosa non torna” – VIDEO

Carmelo Lavorino commenta il recente comunicato stampa con cui la Procura di Trieste ha annunciato di voler chiedere l’archiviazione del caso di Liliana Resinovich

liliana resinovich
Da Cronaca Vera

Il noto criminologo investigativo e criminalista Carmelo Lavorino analizza la notizia della richiesta di archiviazione per la morte di Liliana Resinovich sulla base della sua vasta esperienza di consulente forense e di conoscitore dei “suicidi dubbi”, sui quali ha scritto  il saggio Five. Cinque omicidi camuffati da suicidi.

Liliana Resinovich, il codice segreto con Sterpin e lo sfogo del fratello: “Due autopsie dicono cose diverse” – GUARDA

liliana resinovich
Da Cronaca Vera

In questa nostra conversazione, Lavorino – pur rinviando un giudizio definitivo alla pubblica conoscenza delle indagini svolte, su cui ancora vige il segreto istruttorio – critica la scelta dei magistrati di volersi astenere dall’indagare, come dichiarato, sull’intervallo buio nella vita di Liliana. Un intervallo buio che va dalla sua scomparsa alla scoperta del cadavere: un periodo temporale che ritiene decisivo per sciogliere ogni dubbio sulla dinamica dei fatti.

Lo speciale su Liliana Resinovich di Fronte del Blog – GUARDA

liliana resinovich

Tutti i video su Liliana Resinovich di Fronte del Blog – GUARDA

Appare infatti estremamente difficile che la morte di Liliana sia così chiaramente ascrivibile a suicidio da rendere superfluo ogni altro accertamento. Né può valere una dimostrazione del suicidio al contrario, basata sulla mancanza di chiare tracce di violenza omicida sul corpo della vittima.

Il grande abbaglio, controinchiesta sulla strage di Erba (versione aggiornata) – GUARDA

liliana resinovich
Da Cronaca Vera

IL DELITTO DI AVETRANA – Perché Sabrina Misseri e Cosima Serrano sono innocenti” – GUARDA

Ecco la videointervista. Buona visione:

Rino Casazza 

Guarda gli ultimi libri di Rino CasazzaQUI

Quando i lettori comprano attraverso i link Amazon ed altri link di affiliazione presenti sul sito - nei post in cui è presente un prodotto in vendita - Fronte del Blog potrebbe ricevere una commissione, senza però che il prezzo finale per chi acquista subisca alcuna variazione.

Rino Casazza

Rino Casazza è nato a Sarzana, in provincia di La Spezia, nel 1958. Dopo la laurea in Giurisprudenza a Pisa, si è trasferito in Lombardia. Attualmente risiede a Bergamo e lavora al Teatro alla Scala Di Milano. Ha pubblicato un numero imprecisabile di racconti e 15 romanzi che svariano in tutti i filoni della narrativa di genere, tra cui diversi apocrifi in cui rivivono come protagonisti, in coppia, alcuni dei grandi detective della letteratura poliziesca. Il più recente è "Sherlock Holmes tra ladri e reverendi", uscito in edicola nella collana “I gialli di Crimen” e in ebook per Algama. In collaborazione con Daniele Cambiaso, ha pubblicato Nora una donna, Eclissi edizioni, 2015, La logica del burattinaio, Edizioni della Goccia, 2016, L’angelo di Caporetto, 2017, uscito in allegato al Giornale nella collana "Romanzi storici", e il libro per ragazzi Lara e il diario nascosto, Fratelli Frilli, 2018. Nel settembre 2021, è uscito "Apparizioni pericolose", edizioni Golem. In collaborazione con Fiorella Borin ha pubblicato tre racconti tra il noir e il giallo: Onore al Dio Sobek, Algama 2020, Il cuore della dark lady, 2020, e lo Smembratore dell'Adda, 2021, entrambi per Delos Digital Ne Il serial killer sbagliato, Algama, 2020 ha riproposto, con una soluzione alternativa a quella storica, il caso del "Mostro di Sarzana, mentre nel fantathriller Al tempo del Mostro, Algama 2020, ha raccontato quello del "Mostro di Firenze". A novembre 2020, è uscito, per Algama, il thriller Quelle notti sadiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock rilevato

Per favore, disattiva il blocco della pubblicità su questo sito, grazie