Bar SportNotizie flashsocietà

Perché non intitolare lo stadio di Cremona a Gianluca Vialli?

Il sindaco di Cremona ha ricordato via social e alla Rai il campionissimo

(continua dopo la pubblicità)

Gianluca Vialli, il ricordo del sindaco di Cremona per un campione indimenticabile, cresciuto in una città che lo ha sempre amato:

Me lo ricordo non molto tempo fa seduto poco distante allo stadio Zini a tifare la sua e la nostra U.S. Cremonese. Una stanchezza riservata, una gentilezza accogliente, un garbo signorile e buono. “Ciao Gianluca”, tanti lo salutavano così, come un amico, con confidenza e affetto. Nel cuore dei cremonesi, da sempre.

Gianluca Vialli: “Sospendo i miei impegni per affrontare meglio la malattia “ – GUARDA

Me lo ricordo in piazza Stradivari, invitato da persone fantastiche in una serata magica. Raccontava la sua storia, con ironia, intelligenza, profondità e tutte le persone ascoltavano in silenzio le sue parole, così vere anche perché provate dal fuoco della sofferenza, vissuta senza enfasi, con coraggio grande di una semplicità profonda, razionale, radicata in un amore intenso per la vita. E da quella serata tornammo a casa migliori, rafforzati dal suo coraggio, motivati da quel desiderio intenso di vivere.

Me lo ricordo sui campi di calcio quando, io allora più giovane, guardavo in TV le sue imprese. Potenza esplosiva, rara e coinvolgente bravura, passione per lo stupendo gioco del pallone, gioia di vivere in ogni corsa e ogni goal.

Per Cremona è un onore e un privilegio essere la città di Gianluca Vialli. E troveremo il modo per ricordarlo e onorarlo. Con lui e grazie a lui possiamo imparare ad essere coraggiosi, gentili, innamorati della vita. Ai suoi cari, in questo momento così difficile, un abbraccio carico di affetto, di riconoscenza e di stima.

100 Fatti Incredibili Sul Calcio – GUARDA

gianluca vialli

Così postò via social il sindaco di Cremona Gianluca Galimberti.

E alla Rai, sull’eventualità di intitolargli lo stadio Zini, così ha parlato il sindaco: “Ne parleremo con tutti, ma è un’eventualità che prenderemo in considerazione senza dubbio”.

Stefano Mauri 

(continua dopo la pubblicità)

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button

Adblock Detected

Per favore, disattiva il blocco della pubblicità su questo sito, grazie