Bar SportNotizie flashsocietà

Luciano Moggi: “Se hanno riaperto il caso plusvalenze, si riapra pure Calciopoli”

L’ex dirigente juventino difende l’era Agnelli: “La Juve non si è mai difesa, 9 scudetti non si vincono per caso”

(continua dopo la pubblicità)

Clamoroso a Torino: a sorpresa, all’assemblea dei soci, l’ultima apparizione pubblica di Andrea Agnelli presidente, era presente anche Luciano Moggi… vale a dire, l’ex direttore generale bianconero fino al 2006: vincente era juventina chiusa col brutto capitolo di Calciopoli.

JUVENTUS, FINO ALLA FINE: Le 100 partite più belle degli ultimi 50 anni – GUARDA

E Moggi ha espresso il suo sostegno alla dirigenza uscente rincarando la dose: “Nove scudetti di fila non si vincono con facilità, la Juventus è una società che non si è mai difesa o non ha saputo difendersi o praticamente ha lasciato cadere tutto quello che le veniva addosso e per questo è diventata un giocattolo nelle mani di tanti, soprattutto dei media”.

Global Park Trainer da Calcio Attrezzatura Banda Elastica per L’Allenamento Individuale – GUARDA

andrea agnelli juve youtube

Moggi ha inoltre mostrato ai presenti un cofanetto spiegando “Qui c’è un cofanetto con una chiave, abbiamo fatto molta fatica a farlo, in cui c’è tutta Calciopoli. Se è vero che è stato riaperto il caso delle plusvalenze perché pensano di aver trovato cose nuove, dovrebbe essere riaperto Calciopoli che è una ferita che non si rimargina né per noi né per la Juve”.

Le imperdibili ciabatte della Juventus – GUARDA

luciano moggi

L’ormai ex numero uno bianconero Agnelli, invece ha parlato così agli azionisti: “Mi sono sempre impegnato al massimo, sono stati anni straordinari. Ma è una decisione che ho assunto in modo convinto e in piena serenità.

100 Fatti Incredibili Sul Calcio – GUARDA

Personalmente, sono fermamente convinto di aver operato bene, i rilievi mossi non sono giustificati. Se avessi proseguito, le scelte si sarebbero potute vede come condizionate dalla mia vicenda personale”.

Stefano Mauri 

(continua dopo la pubblicità)

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button

Adblock Detected

Per favore, disattiva il blocco della pubblicità su questo sito, grazie