Bar SportNotizie flashsocietà

Ma è vero che Allegri vuol farsi cacciare dalla Juve?

Il giornalista Cruciani non ha dubbi in tal senso. Per Brambati invece …

(continua dopo la pubblicità)

Giuseppe Cruciani, conduttore de La Zanzara, ha parlato di Massimiliano Allegri a Juventibus:

Allegri non ha mai avuto una idea di gioco definita. In questo momento i singoli sembra che siano abbandonati a se stessi, sembra che non ci sia un’idea di una squadra. Le dichiarazioni di Allegri lo dimostrano. Qualcuno mi ha detto, e non vi posso dire chi, che come lui ha detto nel post gara di Milan-Juventus ‘ho visto la squadra andare all’indietro’, sia quasi un modo per farsi cacciare.

Me l’ha detto una persona influente nel mondo Juventus. Qualcuno sostiene che stia cercando un pretesto per farsi mandare via, ma io a queste cose non credo”. 

massimo brambati

Pure l’opinionista, procuratore e, soprattutto, persona, o meglio, calciofilo molto informato sui fatti Massimo Brambati è ritornato a parlare, ripreso da Tuttomercatoweb, d’attualità bianconera:

“Le parole di Allegri? Non è più credibile. La Juve lo scorso anno è stata deludente, ha perso due finali su due e uscita prematuramente dalla Champions. E’ arrivata quarta con una certa comodità ma alla Juve è una mezza sconfitta arrivare quarti. Quest’anno è quasi fuori dalla Champions già ora, il campionato è lungo e non ancora compromesso ma ad oggi non hai fatto vedere niente che possa far sperare nel futuro. Vedo una società in confusione, l’allenatore poi non ha mai inciso e c’è una colpa ancora maggiore sua e della società.

allegri

Questa volta ha chiesto dei giocatori che sono stati presi, non puoi continuare a dire che mancano Chiesa e Pogba. Pogba se ci fosse stato un dirigente con le palle sarebbe già in campo dopo l’operazione. Lo hanno anche liberato da Dybala, perché credo ci sia anche il suo zampino nella sua non conferma.

So al 101% che a giugno era stato proposto Simeone, ma è stato risposto che volevano tenere Kean. Sembra che i giocatori non credono a quello che dice il tecnico. Il trainer ideale per ricostruire la Juventus è Conte, ma il Tottenham difficilmente se ne priverà”.

Stefano Mauri

(continua dopo la pubblicità)

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button

Adblock Detected

Per favore, disattiva il blocco della pubblicità su questo sito, grazie