Bar SportNotizie flashsocietà

Moggi difende mister Allegri, Adani no. E la Juve in crisi cosa deciderà?

In settimana importante consiglio d’amministrazione bianconero

(continua dopo la pubblicità)

 

Così Luciano Moggi, grande calciofilo, ex general manager della Juventus e, opinionista mai banale, diretto, squarciante e molto informato sui fatti, all’agenzia stampa Adnkronos ecco ha fatto il punto sulla crisi juventina: “Max Allegri è un allenatore esperto e riuscirà a invertire la rotta. Se tiene duro a gennaio, dopo il mondiale, inizierà un’altra stagione e può cambiare tutto. Montero come sostituto? Non c’è dubbio che sia un grande tecnico con conoscenze tecniche, carisma e carattere ma resterà comunque all’Under 19 perché Allegri non verrà esonerato”.

Intanto, secondo sussurri provenienti dalle rive bianconere del fiume Po, il presidente Andrea Agnelli e l’amministratore delegato Arrivabene (uomo forte del management?) starebbero cercando un direttore sportivo e avrebbero attenzionato l’ex uomo mercato di Torino e Roma Petrachi.

Vacilla la posizione di Cherubini, oppure questi ha bisogno di valido supporto?

Ah… a salvare, per il momento, la panchina di Allegri sarebbero stati proprio Agnelli e Arrivabene, mentre il vicepresidente Nedevd spinge, ha spinto e spingerà per l’esonero immediato.

Ora, stante questa spaccatura, considerando che tra Pavel Nedved e mister Allegri uno è di troppo, chi tra i due farà prima le valigie?

Dulcis in fundo, secondo più correnti di pensiero, compresa la redazione del Corriere di Torino, toccherà comunque al CdA della Juventus decidere il destino di Allegri dopo l’avvio di stagione nettamente sotto le aspettative: il consiglio di amministrazione, che si terrà il 23 settembreprossimo, dovrà approvare il bilancio della stagione 2021/22, in cui si stima un rosso di 250 milioni di euro, ma anche prendere decisioni circa lo staff e sul tecnico stesso.

Chissà, magari nell’importante riunione societaria, la proprietà interverrà sulla chiacchierata, pubblicata sabato scorso sul Corriere della Sera, discorso tutto improntato sulla sua difesa, tra il giornalista Sconcerti ed Allegri. Nel merito, Lele Adani, commentatore diretto ha le idee chiarissime …

“La Juve interviene o no? Quanto fai del bene alla tua gente? E poi fai una figuraccia a Monza. I calciatori che vanno a Monza: Danilo, Bremer, Di Maria, Vlahovic, Kostic, quei calciatori lì che sono quelli che non potrebbero fare perché è sempre stata una Juve a mezzo servizio vanno in campo e fanno cagare”.

 

(continua dopo la pubblicità)

Stefano Mauri 

(continua dopo la pubblicità)

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button

Adblock Detected

Per favore, disattiva il blocco della pubblicità su questo sito, grazie