Bar SportNotizie flashsocietà

Tacchinardi non la manda giù: “Che peccato dividere Vlahovic e Dybala”

Ma ha davvero ragione l’opinionista allenatore di Crema?

(continua dopo la pubblicità)

Alessio Tacchinardi non nutre illusioni scudetto: “Ci dovrebbe essere un suicidio di gruppo per quelle lì davanti”

ALESSIO TACCHINARDI

Ma la Juve è ancora in corsa per lo scudetto, in questo campionato del ciapa no? Per l’ex juventino Alessio Tacchinardi, allenatore (e’ nello staff tecnico della Pergolettese) opinionista …no.

Alessio Tacchinardi, ex bianconero: “Un giocatore per la Juventus? Zaniolo” – GUARDA

blank

Ecco il suo commento, in merito, rilasciato al sito Tuttomercatoweb: “La speranza è molto poca. Vedendo il calendario è quello più favorevole. Ci deve essere un suicidio di gruppo per quelle lì davanti. Dovrebbe vincerle tutte e le altre fermarsi spesso. E’ un davvero peccato dividere quella coppia lì davanti. Io ho detto che era giusto non rinnovare l’argentino per la sua condizione fisica, quando gioca così è sicuramente impressionante e fa poesia con i piedi. Probabilmente hanno fatto una scelta diversa anche per quanto riguarda il gioco”.

Cagliari, l’improvvisa sfuriata di Nedved (non gradito il cambio di Dybala?) – GUARDA

allegri

Ah, il tandem offensivo cui fa Tacchinardi è quello composto da Dybala e Vlahovic, due attaccanti forti, ma che si divideranno a giugno. E lo scudetto se lo giocheranno la grande favorita Inter, il Napoli e il Milan.

Stefano Mauri

 

(continua dopo la pubblicità)

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button

Adblock Detected

Per favore, disattiva il blocco della pubblicità su questo sito, grazie