Bar SportNotizie flashsocietà

Raspadori può sostituire il fantasista (a intermittenza) Dybala alla Juve?

La Juventus deve rinforzarsi in tutti i reparti, attacco compreso per la stagione che verrà

(continua dopo la pubblicità)

Raspadori, giovane promettente, può davvero sostituire Dybala nella Juventus? Ecco ciò che sta accadendo 

raspadori

Quindi avanti tutta su Giacomo Raspadori? Parrebbe di sì, conla Juventus che ha individuato nell’attaccante del Sassuolo il nome giusto per il dopo Dybala. I bianconeri a breve dovrebbero incontrare emissari della società emiliana per discutere del classe 2000 e dei centrocampisti Davide Frattesi e Traorè.

Nel frattempo avrebbero intensificato i contatti col procuratore e l’entourage diretto di Raspadori.

Ma davvero la mail del capitano Giorgio Chiellini può inguaiare la Juve indagata? – GUARDA

blank

Ah… il Sassuolo, in ottimi rapporti col management juventino, chiede 30 milioni per liberare l’attaccante. E a spingere in questa direzione, oltre alla duttilità di Raspadori – giudicato perfetto per fare reparto con Vlahovic – ci sono pure aspetti economici intriganti,a partire dallo stipendio: oggi, Giacomo guadagna 100 mila euro all’anno. Un’offerta migliorativa, in sostanza, non sarebbe così complicata, anche senza incidere troppo sul monte ingaggi.

Per quanto riguarda invece Traorè e Frattesi bisognerà ponderare attentamente la situazione.

Ma davvero basterà Raspadori per sostituire il fantasista, mai continuo, Dybala? E Zaniolo (Napoli permettendo) arriverà ugualmente alla Juve? La parola al calciomercato estivo.

Stefano Mauri

(continua dopo la pubblicità)
(continua dopo la pubblicità)

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button

Adblock Detected

Per favore, disattiva il blocco della pubblicità su questo sito, grazie