Notizie flashSocial Starsocietà

Chiara Ferragni ha il tocco magico: con la sua foto gli Uffizi di Firenze volano

L'Influencer di Cremona, quando promuove un qualcosa, beh lascia sempre il segno

(continua dopo la pubblicità)

Chiara Ferragni senza dubbio sa fare bene il suo lavoro. E tutto ciò che promuove, grazie al suo tocco magico, alla fine … spacca!

chiara ferragni

Qualcuno pensa che l’effetto Chiara Ferragni (ricordate?) in posa davanti alla Venere di Botticelli con valzer di post sui social della stra-famosa influencer (da milioni di follower) abbia aiutato la ripresa del museo degli Uffizi dopo il primo lockdown del 2020 e le chiusure a singhiozzo dettate dalla parabola del Covid. Il motivo? Eccolo qua: gli Uffizi (museo di Firenze) conquistano la pole position dei musei più visitati d’Italia, collezionando 1.721.637 visitatori nel 2021.

“Fedez facci fallire”: l’augurio speciale di “Quelli di Taffo” al rapper operato a Milano – GUARDA

blank
Clicca sulla foto e vai alla cover di Chiara Ferragni

Fedez, la telefonata di Vialli alla vigilia dell’operazione e la prima colazione dell’artista – GUARDA

Un dato significativo perché segna il sorpasso del Colosseo (1.633.436 ingressi) con uno scarto di 88mila biglietti staccati in più rispetto alla casa dei gladiatori. E distanza di un bel po’ gli scavi di Pompei (con 1.037.766), giocandosela alla grande anche con i Musei Vaticani che incassano 1.612.530 visitatori (che ovviamente, come stato straniero, non figurano nella top ten del Bel paese).

La gara da podio dunque, è inaspettatamente tra un museo e due parchi archeologici. La notizia è stata resa nota nei giorni scorsi dalla stessa direzione del polo fiorentino dopo la pubblicazione della classica del Giornale dell’Arte e Art Newspaper relativa al 2021.

Fedez non ha perso l’ironia: “Sono il marito di Chiara Ferragni e ho la pancera firmata” – GUARDA

blank

Non solo, ma gli Uffizi diventano anche il quinto museo più visitato al mondo, figurando dopo il Louvre, appunto, il Museo di Stato Russo di San Pietroburgo, il Multimedia Art di Mosca, il Metropolitan di New Yok. E solidi prima della National Art Gallery di Washington e dell’Ermitage di San Pietroburgo.

Ha il tocco del post che incanta e non stanca la Ferragni da Cremona. Chapeau!

Stefano Mauri

(continua dopo la pubblicità)

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button

Adblock Detected

Per favore, disattiva il blocco della pubblicità su questo sito, grazie