Bar SportNotizie flashsocietà

Parla Max Allegri: “Inzaghi è fortunato, Dybala contro l’Inter partirà titolare”

Giocherà libero da pressioni il fantasista argentino e farà la differenza? Le risposte al campo

(continua dopo la pubblicità)

Le previsioni di Massimiliano Allegri per il big match di Torino. E il suo parere sulle condizioni di Dybala…

allegri

Tempo di big match a Torino, domenica sera 3 aprile: alle ore 20.45 si gioca Juventus – Inter. E mister Massimiliano Allegri, interpellato dai vari giornalisti presenti, così in conferenza stampa ha anticipato, a parole, la sfida dal punto di vista juventino…

Mister Max Allegri: “Ho rifiutato nuovamente la panchina del Real per la Juventus” – GUARDA

blank

In che condizione arriva la Juve?
“Lo vedremo domani, posso dire che stiamo bene ma domani dobbiamo giocare questa bella partita. Abbiamo recuperato Chiellini, Bonucci che verrà in panchina ma è ancora indietro, Zakaria e Alex Sandro recuperati. Siamo quasi tutti abili e arruolabili”.

Come ha visto Dybala? 
“Domani Dybala gioca. Mi siete mancati, sono venti giorni che non ci vediamo. Con la società siamo in linea su tutto, quando parliamo io dico le mie idee e la società le sue e poi alla fine troviamo sempre unità di intenti per programmare e per andare avanti. Quando le scelte vengon fatte si fanno tutti insieme”.

Zakaria e Alex Sandro titolari?
“Alex Sandro sì, come Chiellini. Zakaria devo decidere”.

Chi è favorito domani?
“Quando ci sono queste partite come il derby d’Italia è difficile dire la favorita. L’Inter con Napoli e Milan è candidata a vincere lo scudetto. Per noi domani dovrà essere una grande serata servirà una grande prestazione contro i campioni d’Italia. A noi serve per continuare il percorso che abbiamo iniziato, consolidare il quarto posto, cercando di battere i campioni d’Italia. Poi abbiamo pareggiato in campionato, perso in Supercoppa… Magari domani tocca a noi”.

Qual è la squadra che può bruciarsi di più domani? Zakaria uomo in più per il finale
“Non conto solo su Zakaria ma anche su tutti gli altri, servono energie fresche e i cambi in questo momento serviranno tanto. Si va verso il finale di stagione e abbiamo tante partite nelle gambe con club e nazionali. Chi si brucia domani? Io parlo per la Juve che deve pensare al quarto posto, potenzialmente abbiamo solo 5 punti di vantaggio sull’Atalanta. Dobbiamo pensare a domani sera e vedere poi dopo la partita dove siamo in classifica”.

(continua dopo la pubblicità)

blank

Un caso che Inzaghi l’abbia battuta solo nelle due partite secche?
“Credo che sia casualità. Diciamo che lui è più fortunato nelle gare secche, domani spero di essere più fortunato io. Tra l’altro Juve-Inter è stata l’ultima partita pre Covid-19, a porte chiuse, e sarà la prima a porta aperte. Ci sono tutti gli ingredienti perché sia una bella serata di calcio, con lo stadio che torna al 100% di capienza”.

Domani Danilo può giocare a centrocampo?
“Domani non so la formazione che giocherà, difficilmente Danilo giocherà a centrocampo. Anche perché i centrocampisti ce li ho tutti e quattro e stanno tutti bene. Chi sarà fuori sarà un dispiacere, comunque ci saranno i cambi e ci sarà possibilità di giocare”.

Uno stimolo che possiate far perdere lo scudetto all’Inter domani?
“Non giochiamo per far perdere lo scudetto agli altri, giochiamo per fare punti e per arrivare fra le prime quattro. Il nostro obiettivo è giocare la Champions l’anno prossimo”.

ALLEGRI

Perché Dybala non è più centrale nel progetto?
“Arrivabene ha parlato chiaramente e io ho risposto oggi. Una volta che si fanno delle scelte, sono quelle. Non credo che sia il primo caso di giocatore che cambia società. Anche perché non c’è solo lui, ce ne sono altri che bisogna valutare. In questo momento qui bisogna essere concentrati per il finale di stagione, mancano 8 partite di campionato per arrivare in Champions e una finale di Coppa Italia da raggiungere”.

Sarebbe stupito di Dybala all’Inter? Pogba per l’anno prossimo?
“Già non faccio il mercato della Juventus e do solo indicazioni, se mi vuoi far fare il mercato di Inter e Manchester mi sembra esagerato. Ora quello che conta è il campo poi dopo ognuno farà le sue valutazioni”.

Così parlò Allegri. Dybala, alle sue ultime presenze in bianconero sentirà il peso della partitissima o giocherà libero da pressioni? La parola al campo.

Stefano Mauri

 

(continua dopo la pubblicità)
I nostri ebook blank
(continua dopo la pubblicità)

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button

Adblock Detected

Per favore, disattiva il blocco della pubblicità su questo sito, grazie