Bar SportNotizie flashsocietà

Gli scacchi italiani “accolgono” i profughi ucraini

I ragazzi potranno giocare nei Tornei giovanili della FSI

(continua dopo la pubblicità)

Gli scacchi italiani “accolgono” i ragazzi ucraini in fuga dal loro Paese. Ecco come

blank

La Federazione Scacchistica Italiana (FSI) ha deciso, con delibera d’urgenza, di lasciar partecipare i ragazzi e le ragazze ucraine che si trovano in Italia per sfuggire agli orrori della guerra e alla distruzione delle loro città ai Tornei giovanili della FSI, che selezionano i partecipanti alle finali del Campionato italiano giovanile, previsti quest’anno a Terrasini, in provincia di Palermo, dal 3 al 9 luglio.

Valanga Azzurra: agli Europei di scacchi quindici italiani a caccia del titolo – GUARDA

In linea teorica, quindi, ora è possibile che un ucraino diventi Campione d’Italia in una o più delle categorie in cui sono suddivisi i Campionati, vale a dire Under 8, Under 10, Under 12, Under 14, Under 16 e Under 18, tutte e sei distinte in “Open” e “Femminile”.

Nascono i campionati ufficiali di scacchi online – GUARDA

blank
Clicca sulla foto e vai al libro

La guerra in Ucraina sconvolge anche il mondo degli scacchi – GUARDA

La FSI ha deciso di varare questa deroga al regolamento in segno di solidarietà verso i giovanissimi profughi ucraini, e anche per offrire loro una possibilità di distrazione e di svago. Nella consapevolezza che gli scacchi sono una disciplina molto popolare in quel Paese: l’Ucraina si è laureata nel novembre scorso Campione d’Europa a squadre, e la stessa Campionessa d’Italia in carica, Elena Sedina, è di origine ucraina, nativa di Kiev.

QUANTI POLITICI SONO ANCHE SCACCHISTI? – GUARDA

La FSI inoltre ha così voluto accogliere la sollecitazione del Presidente del CONI Giovanni Malagò, che aveva invitato tutte le organizzazioni sportive del Paese ad accogliere e dare spazio ai profughi ucraini nelle loro iniziative.

(continua dopo la pubblicità)
(continua dopo la pubblicità)

Federazione Scacchistica Italiana

La Federazione Scacchistica Italiana (FSI) è nata il 20 settembre 1920, e organizza tutte le attività scacchistiche italiane tra cui i Campionati italiani e l'attività delle Nazionali. Conta oltre 16 mila tesserati, a cui vanno aggiunti circa mille istruttori e 300 arbitri. L'attuale Presidente è Luigi Maggi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button

Adblock Detected

Per favore, disattiva il blocco della pubblicità su questo sito, grazie