Bar SportNotizie flashsocietà

Roberto Mancini: “Mi prendo tempo per riflettere. Il calcio è spietato”

(continua dopo la pubblicità)

Il commissario tecnico azzurro Roberto Mancini deciderà settimana prossima se lasciare la panchina dell’Italia o restare

roberto mancini

Dunque, due giorni dopo la incredibile sconfitta contro la Nord Macedonia e il mancato accesso al Mondiale in Qatar, mentre la penisola italica è divisa tra chi lo vorrebbe dimissionario e dall’altra fazione che lo vuole invece e sempre al suo posto sulla panchina azzurra, torna a farsi sentire il commissario tecnico Roberto Mancini.

Mancini: “Fatto di tutto per vincere”. Ma l’Italia è di nuovo fuori dal Mondiale – GUARDA

blank

E lo fa attraverso i suoi canali social, con parole che sembrano allontanare la possibilità di dimissioni: “Il calcio a volte sa essere metafora spietata di vita. L’estate scorsa eravamo sul tetto d’Europa dopo aver portato a termine una delle imprese più belle della storia della Nazionale. Poche ore fa ci siamo risvegliati in uno dei punti più drammatici.

Siamo passati dalla gioia totale ad una frustrante delusione. È davvero dura da accettare, ma accogliere anche le sconfitte nella vita fa parte di un sano percorso di crescita umana e sportiva. Prendiamoci del tempo per riflettere e capire con lucidità. L’unica mossa azzeccata ora è rialzare la testa e lavorare per il futuro. Grazie al pubblico di Palermo per il calore e grazie a tutti i tifosi che da sempre ci hanno trasmesso entusiasmo e affetto”.

Gianluca Vialli: “Spero di vivere il più a lungo possibile. Ma non c’è tempo da perdere” – GUARDA

blank

L’impressione? il presidente federale Gravina a dimettersi non ci pensa proprio e gradirebbe restasse anche il Mancio per ridisegnare insieme il football italico. L’impressione? Entro la metà della settimana prossima, Mancini deciderà se molare o restare.

(continua dopo la pubblicità)

Stefano Mauri

I nostri ebook blank
(continua dopo la pubblicità)

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button

Adblock Detected

Per favore, disattiva il blocco della pubblicità su questo sito, grazie