Bar Sportsocietà

Ma se l’Inter non vince lo scudetto, Simone Inzaghi resterà al suo posto?

Pareggio contestato a Torino, il grande interista Mentana, indirettamente, tira una frecciata al trainer

(continua dopo la pubblicità)

 

Il direttore interista Chicco Mentana, via social, ha attaccato indirettamente il mister dell’Inter Simone Inzaghi con le seguenti parole: Vecino al posto di Brozovic è come Oronzo Canà al posto di Pep Guardiola”.

blank

Ma è davvero solo colpa di Donnarumma se il Psg in Champions è stato eliminato? – GUARDA

E il giornalista Paolo Condo, sulle colonne de La Repubblica, è tornato sul pareggio per 1-1 tra Torino e Inter, con un’analisi allargata: “Priva della sua spina dorsale pensante – De Vrij e Brozovic fuori, Chalanoglu inesistente, Dzeko degno di sé soltanto sull’ultimo pallone – l’Inter ha giocato una partita acefala e faticosa, è stata risparmiata da Brekalo e dal VAR, e alla fine può considerare il pareggio in extremis di Sanchez un segno del destino, un invito a perseverare. I problemi di Inzaghi, lungamente celati, stanno emergendo: rosa corta, attacco spento, Brozovic insostituibile. Ma siccome questa sarà una volata più muscolare che tecnica, molto dipenderà dalla testa. Se sei capace di vincere ad Anfield, non puoi pensare che lo scivolone di ieri sia senza ritorno”.

blank

Ma non è che la Juventus ha già scaricato il fantasista (sempre fuori) Dybala? – GUARDA

Già i nerazzurri hanno tutto il tempo, senza dimenticare che hanno sempre una partita in meno, per recuperare, ma siamo sicuri che Inzaghi non abbia responsabilità in questo momento così e così della sua squadra?

Così parlò Simone Inzaghi

Ah ecco un estratto di quanto rilasciato da Simone Inzaghi (qualora non vincesse nulla potrebbe fare le valigie e giugno), dopo la partita di Torino: “Non sono contento, volevo vincere. L’avversario era di valore, ma nel primo tempo dovevamo fare meglio. Berisha ha fatto due parate strepitose nel primo tempo, poi ha fatto un bell’intervento su Dimarco. In campionato abbiamo rallentato, sappiamo che abbiamo giocato tanto ma le nostre competitors stanno andando forte. Sanchez? Ha fatto un gol importante”.

Stefano Mauri

(continua dopo la pubblicità)
I nostri ebook blank
(continua dopo la pubblicità)

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button

Adblock Detected

Per favore, disattiva il blocco della pubblicità su questo sito, grazie