Bar Sportsocietà

Giovanni Sartori, grande scopritore di talenti, verso l’addio all’Atalanta all’Americana?

Novità in vista nel management nerazzurro. E Sartori è seguito da diversi club

(continua dopo la pubblicità)

Dopo sette anni di gestione Giovanni Sartori, il presidente Antonio Percassi sta pensando a una nuova era, più internazionale, per aprire un nuovo ciclo dell’Atalanta

ATALANTA

Ma è davvero solo colpa di Donnarumma se il Psg in Champions è stato eliminato? – GUARDA

In casa Atalanta, dopo l’arrivo del nuovo azionista di maggioranza Stephen Pagliuca, uomo d’affari e patron del fondo Bain Capital,ecco è ora tempo di un cambio della guardia, a quanto pare, alla guida del fronte mercato. Dopo sette anni di gestione Giovanni Sartori, infatti, il presidente Antonio Percassi sta pensando a una nuova era, più internazionale, per aprire un nuovo ciclo nerazzurro.

blank

Ma non è che la Juventus ha già scaricato il fantasista (sempre fuori) Dybala? – GUARDA

Sartori, il sostituto dal 2015 di Pierpaolo Marino, è stato l’artefice della squadra che in questi anni, dalla zona salvezza, ha conquistato per due volte consecutive la qualificazione alla Champions League. L’addio dovrebbe avvenire a fine stagione, nonostante un contratto che lo lega all’Atalanta fino al 2023. Particolare non indifferente: grande scopritore di talenti, l’ex Deus Ex machina del Chievo (il Sartori) non ha mai avuto buoni rapporti con l’allenatore Gasperini.

Cassano: “Morata meglio di Vlahovic, ma fa il terzino. Con Allegri la Juve non giocherà mai bene” – GUARDA

Già, ma il “Gasp” resterà al suo posto con l’avvento del nuovo management? Lo scopriremo vivendo. Intanto, il sostituto di Sartori è già arrivato ed è Lee Congerton. Il manager gallese ha iniziato la sua carriera nelle giovanili di Chelsea e Liverpool, prima di diventare assistente di André VillasBoas. Esperienze rilevanti nella sua carriera sono state anche quelle nel Sunderland e nel Celtic, per finire con il titolo di Premier League conquistato al Leicester allenato da Claudio Ranieri.

Nicolò Fagioli, il gioiello della Cremonese Champagne (e della Juventus) da serie… A – GUARDA

(continua dopo la pubblicità)

blank

Dybala, la Juve può fare a meno? Sì, ma se parte deve arrivare un Top Player – GUARDA

Ecco le prime dichiarazioni atalantine di Congerton: “Quando l’Atalanta mi ha contattato non ho avuto alcuna esitazione ed ho subito risposto di sì: metterò tutta la mia passione e le conoscenze acquisite in questi anni a disposizione dell’Atalanta per renderla ancora più competitiva nel panorama calcistico internazionale’’.

Ah… Bologna e Juventus avrebbero messo gli occhi su Sartori, calciofilo coi baffi che sa scovare forti calciatori qua e là.

Stefano Mauri 

 

(continua dopo la pubblicità)

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button

Adblock Detected

Per favore, disattiva il blocco della pubblicità su questo sito, grazie